"Giornalismo è diffondere ciò che qualcuno non vuole che si sappia. Il resto è propaganda."
Horacio Verbitzky

Giovanni Chifelio Home page


Canale video youtube     Canale Telegram     Indice cronologico video
Video dannati: Brighteon SharkTube

La proprietà letteraria degli scritti riportati in questo sito è di Claudio Chicco, Via Rivalta, 3/b BEINASCO (TO), il quale ne permette la la citazione di brani, citando fonte ed autore e NON ne permette il SUNTO, se non in una versione concordata con l'autore. Per questo fine usare l'apposito form " contatti". Gli articoli pubblicati nel sito possono essere non attendibili. Non mi assumo alcuna responsabilità per contenuto degli articoli di altri autori. La responsabilità dei testi e del loro contenuto è unicamente dei rispettivi autori. Eventuali commenti postati sono a responsabilità di chi li ha postati.
Questo sito NON viene aggiornato con regolarità periodica, per cui NON può essere considerato una testata giornalistica di informazione. Quello che viene espresso dall'autore è libera opinione dello stesso autore, garantita come diritto dall'Art.21 della Costituzione Italiana.


Benvenuti nella Home page di Giovanni Chifelio

Anticipazioni Articoli


Analisi in chiave economica e razionale della situazione attuale.
Lunedì 19 luglio 2021


     [...leggi l'articolo originale...] [...] La grande simulazione, ovvero: presi per il Covid.

     Chiunque abbia conservato un minimo di indipendenza intellettuale dai media di regime dovrebbe aver compreso che l'emergenza da coronavirus è un artefatto. Di seguito farò un breve inventario delle principali evidenze di cui disponiamo.

Ascolta e vedi se non vuoi o non puoi leggere.
Canale YouTube, creato venerdì 16 aprile 2021.
Il video caricato senza problemi, quindi non hanno
trovato le parole chiave, è stato rimosso
nel giro di due minuti, nel tempo di copia/incolla
del codice di incorporamento.
Ora lo potete vedere soltanto su telegram:
https://t.me/claudiochicco/125
e su Brighteon


    
     Come ammesso dall'OMS, il tasso di letalità del misterioso patogeno, che colpisce quasi esclusivamente soggetti anziani affetti da comorbidità gravi, è paragonabile a quello di un'influenza stagionale (0,23% a fine 2020, e 0,15% a marzo 2021). Nulla a che vedere con le stime monstre di Neil Ferguson, padre di tutti i modellisti apocalittici sponsorizzati da Big Pharma. A causa della sua bassa letalità, SARS-CoV-2 rientra nel penultimo livello dei cinque stilati dalle autorità sanitarie statunitensi; un livello che, secondo le linee guida dell'OMS, richiede solo l'isolamento facoltativo dei malati, mentre esclude categoricamente misure emergenziali come lockdown, mascherine, chiusura delle scuole, distanziamento, e vaccinazioni. [...leggi tutto...]


Ripensare la Scienza con Filosofia
Giovedì 24 giugno 2021.

     Ho sempre avuto la sensazione che la mia infanzia sia stata felice e piena di gioia di vita fino ad un certo punto, dopo il quale è cambiato tutto. È normale ripensare all'infanzia il giorno del proprio compleanno.
     Oggi penso che il punto di svolta, che ho poi cercato di individuare con gli studi di psicologia, fosse molto più banale: i punturini vari.
     Da quel punto sono diventato debole, dipendente, fragile e persino infelice.

Guarda e ascolta l'articolo.


     Tutta la storia di questo ultimo anno e mezzo mi conferma, se mai ce ne fosse bisogno, che la scelta che ho fatto 26 anni fa di allontanarmi dalla medicina sia stata una scelta corretta. La medicina è più un ostacolo alla salute di quanto non sia di aiuto alla guarigione [...leggi tutto...]


Produttori od utenti culturali?
Domenica 13 giugno 2021


    Continuo a cercare di spiegare, la mia avversione ai social network, come tentativo di spiegare che cosa intendo per "produttori culturali" VS utenti culturali e la distinzione si evidenzia bene prorio nell'utilizzo di questi ultimi strumenti, calati dall'alto.

Fortune
All we know is the phenomenon: we spend our time sending messages to each other, talking and trying to listen at the same time, exchanging information.
This seems to be our most urgent biological function; it is what we do with our lives.
-- Lewis Thomas, "The Lives of a Cell"
Tutto ciò che conosciamo è il fenomeno: passiamo il nostro tempo a inviare messaggi a ogni altro, parlando e cercando di ascoltare allo stesso tempo, scambiando informazione.
Questa sembra essere la nostra funzione biologica più urgente; È quello che facciamo con le nostre vite.
-- Lewis Thomas, "Le vite di una cellula"

     Quanto sopra un "fortune", ossia un messaggio casuale che appare ogni volta che apro "Console", che per quanto avevo in mente, sembra come il cacio sui maccheroni fortuito.

Guarda e ascolta l'articolo.


     La differenza tra essere quello a cui siamo destinati da Dio, dalla Creazione, ossia produttori del software, anziché utenti è la stessa differenza che passa tra chi produce una palla, sia pure confezionata di stracci, a chi si limita al gioco del calcio, calcando l'importanza che la palla sia "regolare", ad esagoni cuciti sopra un cuore di caucciù gonfiato alla regolare pressione. Tra chi pratica un qualche sport VS chi si limita a guardare in televisione gli altri che lo praticano. [...leggi tutto...]


I social network aiutano la ragione e la socializzazione?
Domenica 6 giugno 2021


    Ho già parlato della mia idiosincrasia per i social in un altro articolo.
     A volte trovo difficile aderire al compromesso di usarli, perché vedo dall'altra parte, vale a dire gli altri in chat, una sorta di leggerezza, come se non contasse tanto il messaggio che si trasmette, quanto la quantità e la velocità di trasmissione condivisione.

Guarda e ascolta l'articolo.


     La quantità a discapito della qualità è segno dei tempi: le cosiddette "cineserie", sono l'esempio classico in cui si privilegia il prezzo basso, che ovviamente va ad abbassare la Qualità. [...leggi tutto...]


Venerdì 4 giugno 2021
Secondo video alla Vardëtta.


Grande Monsignor Carlo Maria Viganò.
Lunedì 31 maggio 2021
Qui e in alto sulla testata il link al mio canale Youtube

Ascolta e vedi se non vuoi o non puoi leggere. Canale YouTube, creato venerdì 16 aprile 2021.


     Ho ascoltato con grande piacere e con sollievo il nuovo messaggio del Grande Leone della Chiesa Monsignor Carlo Maria Viganò, dal convegno di Venezia di domenica 30 maggio 2021.
     Un video di un ora e 4 minuti. Raramente ci concediamo di prestare attenzione ad un video così lungo che non sia una fiction avvincente. Eppure non c'è un istante di noia, anzi, alla fine, si ha voglia di risentirlo, per memorizzare meglio alcuni passaggi importanti.
     Non ci risparmia nulla questo Principe della Chiesa, analizzando storicamente quanto successo da quattro secoli addietro fino alla follia generalizzata di questo ultimo anno abbondante. [...leggi tutto...]


Mi girano in testa delle vecchie canzoni.
Domenica 30 maggio 2021
Qui e in alto sulla testata il link al mio canale Youtube

Ascolta e vedi se non vuoi o non puoi leggere. Canale YouTube, creato venerdì 16 aprile 2021.

     Città Vecchia Fabrizio de Andrè
     Una gamba qua, una gamba là, gonfi di vino
     quattro pensionati mezzo avvelenati al tavolino
     li troverai là, col tempo che fa, estate e inverno
     a stratracannare a stramaledire le donne, il tempo ed il governo.

     Loro cercan là, la felicità dentro a un bicchiere
     per dimenticare d'esser stati presi per il sedere
     ci sarà allegria anche in agonia col vino forte
     porteran sul viso l'ombra di un sorriso tra le braccia della morte.

     Quello che non... di Francesco Guccini
     La vedi nel cielo quell'alta pressione, la senti una strana stagione?
     Ma a notte la nebbia ti dice d'un fiato che il dio dell'inverno è arrivato. [...leggi tutto...]


Sogno dell'uccellino.
Martedì 25 maggio 2021
Qui e in alto sulla testata il link al mio canale Youtube

Ascolta e vedi se non vuoi o non puoi leggere. Canale YouTube, creato venerdì 16 aprile 2021.


     Questa notte ho fatto un sogno. Lo sapete che i sogni sono strani, le situazioni e i personaggi mutano e si trasformano all'improvviso, ma rimane costante il senso, il sentimento, talvolta inconscio, la trama.

     In questo sogno avevo un piccolo uccellino, che però significava anche "figlio" per me. I figli, si sa, li si vuol proteggere da ogni male e, talvolta, potremmo eccedere volendoli proteggere troppo, impedendo loro di fare le loro giuste esperienze. [...leggi tutto...]


Ecco che in "DAVID ICKE, LA BUFALA DEL COVID PER SCHIAVIZZARE L'UMANITA'" si racconta in sintesi quello che sta DAVVERO succedendo.

Lunedì 24 maggio 2021


Siamo uomini o...
Lunedì 24 maggio 2021
In alto sulla testata il link al mio canale Youtube

Breve video di ieri. Canale YouTube, creato venerdì 16 aprile 2021.

     «La Dichiarazione Universale dei Diritti dell'Animale venne promulgata dall'UNESCO, centrale ideologica dell'O.N.U., il 27 gennaio 1978, in coincidenza con il trentennale della Dichiarazione dei Diritti dell'Uomo, formulata dalla medesima istituzione.
     Tale documento, sebbene poco pubblicizzato per ovvie ragioni di gradualità e prudenza, è destinato ad acquisire un sempre maggior peso morale e politico, sino a soppiantare la precedente dichiarazione [Dichiarazione dei Diritti dell'Uomo n.d.r.] e ad assurgere a esclusiva tavola di legge della Nuova Era, salvo prevedibili aggiornamenti che, in più rigorosa applicazione della divinità dell'intera Natura, intesa come unico grande Essere Vivente (la Dea Terra o Gaia), precisi anche i diritti del mondo vegetale e di quello minerale.
    [...]
     Questa dichiarazione, premesso all'articolo 1 che "tutti gli animali nascono uguali davanti alla vita e hanno gli stessi diritti all'esistenza" pone esplicitamente all'articolo 2 la premessa minore che l'uomo è un animale come gli altri. Se ne trae la conclusione che l'uomo non ha maggiori diritti di un topo di fogna, di una mosca, di una zanzara o di una cimice. E infatti l'articolo 14 lettera b) recita:
     "i diritti degli animali devono essere difesi dalla legge come i diritti dell'uomo".
     [Massoneria e sette segrete: la faccia occulta della storia.
di Epiphanius Editrice "Ichthys" 2002, pagine 736-737.]


Scontro tra culture.
Venerdì 21 maggio 2021
In alto sulla testata il link al mio canale Youtube

Ascolta e vedi se non vuoi o
non puoi leggere.
Canale YouTube
, creato venerdì 16 aprile 2021.


    

     Due fatti apparentemente sconnessi, accadutimi ieri, mi hanno spinto a fare delle riflessioni, diciamo così, "anomale". Anomale nel senso di cercare di vedere dall'alto due diverse weltanshauung, due visioni opposte del mondo. Oserei dire due culture diverse. E questo sguardo dall'alto sulle culture sarebbe compito dell'antropologia culturale, materia della quale io ho soltanto un'infarinatura grossolana.

     Ciascuno di noi si rende conto che, dall'inizio di questa guerra dichiarata ad una malattia più o meno grave, a seconda dell'appartenenza scelta, o anche solo "tendenza" non ancora sottoscritta in toto, all'una od all'altra delle due visioni alternative, in cui si è scissa dall'inizio del 2020 la nostra cultura globale.

     Ed ancor di più ci si rende conto, che non esiste un linguaggio comune per instaurare un dialogo costruttivo fra le due fazioni. Come se si parlassero due lingue diverse per le quali ancora non si è potuto provvedere ad una traduzione reciproca soddisfacente e comprensibile. Troppi sono gli "a priori", in senso kantiano, che possono far comprendere l'una o l'altra visione alternativa. [...leggi tutto...]


Da dove viene la "nostra" cultura?
Chi produce la cultura?
Mercoledì 19 maggio 2021
In alto sulla testata il link al mio canale Youtube

     Da quel lontano giorno, negli anni novanta, quando, inaspettatamente, Gualtiero Harrison, docente di antropologia culturale a Padova e a Trento, mi pose la fatidica domanda, a tradimento, in quanto ad un esame del genere, peraltro facoltativo relativamente al mio corso di laurea, ti aspetteresti domande su Frazier, Franz Boas, Margaret Mead, o sul compagno di quest'ultima, Gregory Bateson, o magari più in generale sullo "strutturalismo", non osando sperare domande sul mitico Claude Levi Strauss di Tristi Tropici, non ho mai smesso di cercare una risposta finale, definitiva, che mi togliesse ogni dubbio in proposito.

Il mio nuovo canale YouTube, creato venerdì 16 aprile 2021.


    Devo dire che, forse per limiti intellettuali miei, la ricerca di tale risposta è stata lunga. [...leggi tutto...]


Appello ai CENSORI ed ai giornalisti.
Mercoledì 12 maggio 2021

Il video del mio peccato
censurato su youtube.
Ripubblicato in veste pudica.

    Questo messaggio, care amiche e cari amici che mi seguite qui, su telegram, su facebook, è indirizzato ai giovani dirigenti dei team di questi social, i quali decidono cosa deve essere detto e scritto e cosa no. Ma si adatta bene anche ai giornalisti di tutte le testate, i quali ci nascondono la VERITÀ, parlandoci di ciò che vuole questo regime instauratosi nel mondo, evitando di parlare di ciò che invece non è gradito a questo regime.

     Voglio ricordarvi pacatamente che nel nostro paese esiste una COSTITUZIONE, la quale, piaccia o no, è la legge più importante di tutte e tutte le altre leggi, decreti [...leggi tutto...]


S V E G L I A!
Giovedì 6 maggio 2021

Il video di Dino Tinelli su un
articolo di Extrapedia.

Leggi l'articolo.


Ancora social network, CENSURA e altro.
Mercoledì 5 maggio 2021

Il video di Dino Tinelli che ci rivela
come nasce una dittatura del pensiero unico
contrario ad ogni evidenza
sensoriale ed intellettiva.

    Voglio qui tentare di mettere per iscritto quanto detto a voce nell'ultimo video pubblicato ieri sera sia su Telegram (non so ancora se riesco a pubblicarlo su facebook) e su youtube, che lo ha subito censurato perché

«YouTube non ammette affermazioni relative ai vaccini per il COVID-19 che contraddicono il parere di esperti appartenenti ad [...leggi tutto...]


I motivi delle menzogne "scientifiche"
Venerdì 30 aprile 2021

Il video intervista al prof. Giancarlo Infante

    «INTERVISTA AL PROF. GIANCARLO INFANTE
     "Il modello eliocentrico, prima ancora di costituire il noto sistema di ipotesi utilizzato da Copernico per spiegare la struttura del sistema solare, rappresenta in modo allegorico l'antichissmo "culto del sole".
     Questa religione naturalistica, dalle sponde preistoriche, attraverso la civiltà mesopotamica, egizia e romana, dopo una lunga fase di oscuramento, tornò alla ribalta nel Rinascimento.
     In questo periodo, parallelemente alla rivoluzione eliocentrica, si determinò la nascita della cosiddetta scienza moderna, di cui fu ardente "apostolo" Galilei. Costui non evitò di porre sul frontespizio [...leggi tutto...]


Utilizzo dei social network e altro.
Domenica 25 aprile 2021

     Devo confessare di aver sempre provato pochissima simpatia per i social network,

Il mio nuovo canale YouTube, creato venerdì 16 aprile 2021

anche se risulta essere affascinante la possibilità che essi ci danno di avere visibilità ad un maggior numero di persone, sopratutto adesso che, molti credenti alla narrazione ufficiale, se ne stanno chiusi in casa, paventando i contatti diretti con i loro simili, visto che ci hanno fatto credere che l'altro potrebbe essere l'untore.
     Ammetto che li ho un po' snobbati (i social, non i "credenti", i quali sono anni che tento risvegliare e salvare), considerando che su di essi, per la maggior parte gira un buon 80% di sciocchezze e futilità, mentre mi sono sempre ritenuto piuttosto serioso, un ricercatore di verità, uno che non ha tempo da perdere con le banalità.

     Ammetto anche che mi ha spaventato moltissimo la dipendenza che questi social network danno, nel bene e nel male, come fossero una droga: si finisce per essere sempre lì a guardare se qualcuno ci ha messo dei like, se qualcuno ha risposto ai nostri post, se li ha commentati, rendendo le nostre vite totalmente succube dei dispositivi, [...leggi tutto...]


La psicologia sociale secondo atto.
Domenica 18 aprile 2021

     Riprendo il discorso iniziato nell'articolo precedente, per spiegare ulteriormente come sia stato possibile fare credere alla gente cose che non hanno alcun riscontro nella realtà.
     Mi ripropongo di spiegare meglio il famoso e discusso esperimento di Stanley Milgram, al quale ho soltanto accennato nel primo articolo e parlare del film di Bernardo Bertolucci Il Conformista del 1970[1], citato come esempio, sempre nel manuale di Psicologia Sociale, nel capitolo L'influenza sociale[2], dove gli autori tentano di individuare se esistono persone con caratteristiche che li rendono più o meno portate al conformismo sociale, anche per scoprire quali siano i tratti della personalità che favoriscono la resistenza ai fattori di influenza e la spinta all'indipendenza ed all'anticonformismo, proprio perché l'esperimento di Milgram [1965] rivela le caratteristiche drammatiche dell'obbedienza all'autorità. Ma anche il conformismo alla maggioranza potrebbe avere risultati nefasti come raccontato nel film di Bertolucci, ambientato in un periodo storico assai simile a quello che stiamo vivendo ai giorni nostri. [...leggi tutto...]


La psicologia sociale spiega la follia globale in atto.
Sabato 10 aprile 2021


     Nota dell'autore:
    È stato un articolo travagliato [...] ho sempre lottato, fin dallo scorso anno, contro la tendenza all'uniformazione ed all'emulazione del nostro prossimo, e volevo scrivere quanto segue e pubblicarlo proprio così, con tantissimi link importanti, per tentare di recuperare anche uno soltanto dei recuperabili, tra la folla che seguendo la pecora capo branco si sta gettando nel precipizio all'apparire dei lupi. Ricordo qui alcuni punti del discorso dell'avvocato Riccardo Luzi, l'ultimo video che troverete in fondo accanto alle note.
Giovanni

    ▄ Non aver paura del giudizio degli altri.
    ▄ Documentarsi e non aspettare la pappa pronta da qualcun altro.
    ▄ Tutto questo che sta succedendo non mi sta più bene, come uomo [o donna], come padre[, come nonno].
    ▄ Mio padre era un Carabiniere che rischiava la vita per arrestare i criminali nell'Aspromonte, non impegnato a multare i ragazzi che stanno troppo vicini o giocano a calcio.
    ▄ Hanno iniziato le vaccinazioni con i ricatti, poi con un Decreto Legge agli operatori sanitari, con la paura gli anziani e stanno già pensando al personale della scuola ed ai bambini.
    ▄ Questo è un colpo di stato dove il governo sta uccidendo il proprio popolo.
    ▄ Tutto questo terminerà soltanto se prenderemo coscienza e ci opporremo! Non dite più «speriamo che finisca presto». Fatelo finire voi! [...leggi tutto...]


La strategia delle piccole tribolazioni quotidiane.
Sabato 20 marzo 2021

     Conclusione da "Il parassita - Livio Cadè"
    [...]

     Quindi, non siamo molto lontani dal vero se vediamo in questa malaria una nuova manifestazione o variante di quell'antica tragedia che pesa sull'umanità fin dalla sua nascita. L'arcaico, primordiale Parasitus Satanas che causò la nostra caduta fin dall'origine ancora e sempre ci insidia. E se fossimo dotati di una vista spirituale vedremmo oggi il mondo ricoperto di anime morte, vittime della sua infezione, decomposte e trasformate in cibo per il suo stomaco insaziabile.

     Non bisogna però saltare a conclusioni affrettate e disperanti. Le ragioni ultime del Male restano un mistero inaccessibile alla ragione. Chi può dire che il flagello di questo parassita metafisico non imprima all'umanità una spinta evolutiva, che il suo transitorio trionfo non stimoli una rivolta di anime forti e risvegli in noi nuove energie spirituali? Dunque, come è inutile odiare il Plasmodium malariae o la zanzara che lo trasporta, così è vano odiare il Grande Umanicida o chi ha scelto di servirlo. Occorre invece custodire la propria anima e preservarla dall'infezione, sapendo che il male non può entrare in noi senza il nostro interiore consenso. Per il resto, non possiamo impedire il naufragio dell'attuale civiltà. Ma forse il mare ci restituirà qualche relitto di verità e di bellezza. Da lì potremo ripartire insieme, noi e il parassita.»[0]

     Nelle note troverete le riflessioni di quanto riportato sopra. Ma qui, voglio portare l'attenzione sulla grafica del breve brano di testo citato [...leggi tutto...]




Una preghiera da recitare tutti insieme

Video completo su YouTube

La metafisica tenebrosa delle èlite .
Di Francesco Lamendola filosofo.
Giovedì 11 marzo 2021

     Propongo un riassunto trascrizione di questo video poiché in esso si evidenziano i punti cruciali di quelle che sono le linee guida, il messaggio culturale che voglio trasmettere con questo mio sito, nel quale ho sempre voluto parlare di cultura: definizioni e importanza della cultura nel gruppo sociale che la condivide. Direi che in tutto il discorso del filosofo Francesco Lamendola emerge fra le righe e nelle righe, la risposta alle domande cruciali che mi sono sempre posto e che ho impiegato anni a trovare: che cosa è la cultura e chi la produce.

Francesco Lamendola: "Siamo al centro di una guerra
spirituale mascherata da emergenza sanitaria"

     Tengo a precisare che si tratta di appunti presi durante l'ascolto del video e non di una trascrizione letterale, quindi, se ci sono imprecisioni e inesattezze, rispetto al video sono da imputare a me stesso.
     Del resto, al di là del fatto che prediligo la parola scritta nero su bianco ai video e non per pigrizia [...leggi tutto...]


Il Re di Pietra visto da lontano.
Venerdì 19 febbraio 2021

    Apro questo articolo con una foto trovata sulla rete dei luoghi che ho sotto gli occhi ogni giorno, vivendo nell'alta valle Po.

Immagine da molto vicino del gruppo del Monviso.

    È da ieri che ho avuto notizia che le mie montagne sono state fotografate dalla Versilia, a quasi 270 Km. di distanza.

Immagine che ha fatto scalpore
del gruppo del Monviso, fotografato da
Mommio Castello (LU).

     Un'immagine eccezionale, che ha richiesto una giornata particolarmente limpida, magari un poco ventosa, come è quasi sempre qui dove vivo, sopratutto al mattino presto. Il vento spira proprio dalla direzione del Monviso che per me è a Ovest. Non ci sarebbe nulla di anomalo, in quanto la punta del Monviso si vedrebbe anche sulla terra a palla dove vivono molti dei fratelli addormentati nel "mistero della fede" cieca nella scienza ufficiale. [...leggi tutto...]


Lunedì 15 febbraio 2021.
Dove stanno portando la nostra cultura?

    Ho già riportato questo stesso articolo nel settembre 2014, infatti lo ritrovate anche più sotto.
   Lo trovate su https://disinformazione.it/nuovo_ordine_europeo.htm, dell'antropologa Ida Magli, pubblicato sul sito de Il Giornale.
    Lo ripropongo poiché è di estrema attualità nell'attuale finzione che si regge proprio a causa del pensiero unico, tanto per tentare di spiegare il fatto accadutomi, raccontato nell'articolo precedente. Il pensiero unico lo hanno ottenuto appiattendo verso il basso la cultura. Il che equivale a dire, che le cose, lungi da essere come le fanno apparire, sono l'esatto opposto e siamo noi a dover discernere, a scoprire la verità. La scuola, che molti pensano sia un modo per "educare", fornire di cultura i nostri bambini, al contrario produce esseri ignoranti ed addomesticati, inabili a pensare autonomamente, bensì capaci soltanto ad agire con lo spirito del gregge.
    «Educere», mi diceva un preside che ho conosciuto, «significa cercare di tirare fuori il meglio dall'allievo».
    Davvero la scuola oggi fa questo?
    E se la scuola, fingendo di erudire, rende ignoranti, figuriamoci cosa possa fare la "sanità", mentre ci fa credere di preoccuparsi per la nostra salute!
    Alcuni di quelli della mia età rappresentano l'ultimo baluardo in difesa del pensiero autonomo, appreso negli anni "sessanta", quando la loro agenda era ancora molto indietro rispetto ai giorni nostri. Vedo alcuni rari giovani che portano avanti questo discorso ed in essi confido, ma è tra i giovani che vedo anche anche i più convinti replicanti, del pensiero unico, già "persi" irrimediabilmente dal gruppo degli esseri umani, per andare a formare le schiere dei robots del transumanesimo. Peccato.
   Buona lettura.

Il nuovo ordine dell'Europa: distruggere ogni differenza

(...leggi...).


L'alterità degli altri
Venerdì 12 febbraio 2021

     Doveva succedere, prima o dopo. Stamane ho accompagnato la mia mamma, over novanta a fare spese nel grande mega-shopping de le "Fornaci di Beinasco", un centro commerciale che prende il nome da una nota catena di ipermercati, la capintesta delle cosiddette cooperative "rosse", che qui non voglio nominare.

Immagine di un supermercato.

     Ai tempi della mia gioventù, negli anni settanta, quando ogni occasione era buona per fare uno sciopero o una protesta, da parte del popolo, contro i "padroni", rosso stava automaticamente per qualcosa dalla parte del popolo, contro gli oppressori.
     Oggi non è più così. Con giochi di prestigio troppo veloci affinché i più potessero rendersene conto, i padroni, gli oppressori, li si chiami come meglio ci aggrada, hanno rimescolato le carte e, pare, noi del popolo della Repubblica democratica chiamata Italia non sappiamo più chi siano i nostri amici e i nostri nemici, così, per non sbagliarci ci scanniamo tra di noi. Troppo lungo riassumere i rimescolamenti avvenuti: ognuno si documenti. [...leggi tutto...]


Il Grande Orologio senza perni
Domenica 7 febbraio 2021

    Mi propongo di essere sintetico in questo articolo che vuole più che altro, mostrandovi dei video trovati in rete, di esplosioni riprese al rallentatore, dimostrare quanto sia assurda l'idea del "Big-Bang", che sta alla base di tutto il "credo scientifico" moderno, e dal quale, ci dicono, sia nato tutto l'"universo".
     In nome della brevità che mi propongo, molti concetti importanti sono finiti nelle note. Chi è pigro al punto di non volerle leggere, abbandoni subito questa pagina e si tenga per buono la presa per il culo che la cultura prodotta da altri gli propina, attraverso le mutevoli "versioni ufficiali dello scientismo imperante", a seconda dei momenti storici. [...leggi tutto...]


Appello ai medici.
Mercoledì 20 gennaio 2021

     Non so quanto sia credibile ed efficace un appello a questa categoria, da parte di uno che non li consulta da venticinque anni, ma l'esperienza accaduta ad una persona di famiglia, che ha avuto bisogno di loro e che, indirettamente ha coinvolto anche me, mi spinge a giocare questa carta, a cavalcare questa debolissima speranza di tentare di risolvere una situazione che, se non fosse tragica, sarebbe comica.
     Il tentativo sorge dalla fiducia che la categoria a cui mi rivolgo è composta da persone intelligenti e preparate, le quali, però, per la scelta professionale fatta, che ha richiesto l'investimento di lunghi anni di studi e approfondimenti, con grandi sacrifici personali, non possono buttarsi tutto ciò alle spalle per dedicarsi ad altre professioni, dove potrebbero annullare i conflitti che la loro categoria, le forze in essa preponderanti, ha di certo fatto sorgere nelle loro menti brillanti e nella loro coscienza professionale ed etica. Mi riferisco ai cosiddetti "protocolli", strategie da mettere in atto senza discutere, senza porre in gioco la loro scienza e coscienza. Come se tutto fosse già stato sviscerato e non occorresse [...leggi tutto...]


Facciamo il punto sulle nostre paure.
Domenica 27 dicembre 2020

     Introduco questo argomento "PAURA", sulla quale si fonda la sceneggiatura delle nostre vite, che qualcuno ha scritto per noi.
     Eppure dovremmo essere noi a decidere, a dirigere le nostre vite.
     Il breve brano che segue, tratta del giornalismo, perché dai media prezzolati derivano TUTTE le nostre recenti paure. E non soltanto in questo ultimo anno.
     Possibile che nessuno si ponga la domanda cruciale, fondamentale:
     «Come mai, nel panorama mediatico, non appare una sola voce fuori dal coro?»
     Eppure ricordo tempi in cui avevamo delle idiosincrasie sottili: una notizia non era vera se non pubblicata sul nostro quotidiano preferito. Per alcuni era l'Unità, per altri Repubblica, Il Manifesto, L'Avanti...eccetera.
     Poi ci hanno fatto scoprire che la questione politica non era nulla, «A son tuti istess...»[1], diceva mio padre. Ed io, per non avergli creduto allora, ci ho messo anni per arrivare alla sua stessa conclusione, il che mi fa rattristare al pensiero di una generazione, molte generazioni sprecate, soltanto per il puntiglio di non voler credere ai propri padri. Tutta la "pantonima" fondata sull'antitesi "Est vs. Ovest", "Capitalismo vs. Comunismo", era tutta una burla, un teatro a nostro uso e consumo.
     «Divide et impera.»
     Il loro motto da sempre, il loro asso nella manica. E sapete perché?
     Perché quello che vogliono tenerci nascosto è che noi, che siamo in tanti, se siamo compatti a sognare, a credere AD UN MONDO MIGLIORE esso si realizzerebbe immediatamente, «Hic et nunc.», «Qui ed ora.» [...leggi tutto...]


La radio: la trasmissione dei segnali senza fili.
Domenica 20 dicembre 2020

     Stavo finendo di leggere il libro di Carl Sagan, Il mondo infestato dai demoni. La scienza ed il nuovo oscurantismo. e, forse per una idea che ha fatto capolino durante la lettura, ma senza che me ne rendessi conto in modo "conscio", l'idea di Guglielmo Marconi, "presunto padre" delle trasmissioni radio via "etere", e della storia insegnataci a scuola del primo segnale radio, dall'Inghilterra ad un'isola del "nuovo mondo" in Terranova, nord America. Ho fatto un po' di ricerche sulla faccenda e voglio raccontarvi tutto il mio stupore per una scienza che credevamo ormai ben salda nelle sue posizioni, e di tutti i puntelli messi a punto per sorreggere quel suo traballante edificio, che mi ricorda le case fatiscenti in cui, a volte, sono stato costretto dalle circostanze a vivere, ma con l'idea sempre fissa, di potere un giorno trasferirmi in una casa "normale". Non so se tutti possano cogliere l'analogia case-scienza, ma ci proverò, facendo parallelamente delle capatine negli insegnamenti di qualcuno dei padri dell'epistemologia scientifica moderna, in particolare Karl Popper.

    « Dalle piantagioni come dai pulpiti, dai tribunali come dal palazzo del governo gli schiavi si erano sentiti ripetere di continuo che erano ereditariamente inferiori, che Dio aveva deciso per loro una vita di sofferenza. La santa Bibbia, come confermavano innumerevoli passi, ammetteva la schiavitù. Perciò quella «peculiare istituzione» si conservava nonostante la sua natura mostruosa, di cui persino i proprietari di schiavi dovevano essersi resi conto.
     C'era una regola estremamente rivelatrice: gli schiavi dovevano restare ignoranti. Nel Sud, prima della Guerra di secessione, i bianchi che insegnavano a leggere a uno schiavo venivano severamente puniti. «Per rendere contento uno schiavo», scrisse in seguito Bailey, «è necessario fare in modo che non pensi. È necessario offuscarne la visione morale e mentale e, nei limiti del possibile, annientarne il potere della ragione.» Ecco perché i proprietari di schiavi dovevano controllare ciò che gli schiavi udivano, vedevano e pensavano. Ecco perché la lettura e il pensiero critico sono pericolosi, e in effetti anche sovversivi, in una società ingiusta.»[1]

    Quanto sopra, dal libro appena citato di Carl Sagan, per rispondere alla prima e più classica obiezione che mi viene rivolta «Ma per quale ragione dovrebbero mentirci?», quando mi accingo ma parlare dell'indottrinamento delle masse su concetti del tutto estranei alla verità scientifica, che è altra cosa da quanto andremo ad analizzare di "ufficialmente scientifico". [...leggi tutto...]


Da alcuni giorni mi frulla per la testa un pensiero, un sospetto.

    Martedì 8 dicembre 2020.

     Nell'articolo precedente parlavo del fatto che i dissidenti come me, ne hanno piene le scatole di quello che sta succedendo: privazione progressiva della libertà e dei diritti civili, con la scusa della "emergenza sanitaria".
    Da qui il senso di ribellione più o meno generalizzato, sopratutto nei paesi dove la gente è meno "gregge" e maggiormente pensante, come in Germania, appunto.
     Mi è venuto come un tarlo, una idea che posso riassumere con: «Possibile che chi davvero comanda e decide le cose non si renda conto che sta tirando troppo la corda?». [...leggi tutto...]


Y'en a ras le bol.[1]

    Sabato 5 dicembre 2020.

    ...
     Ma c'è un limite a tutto, e il limite di sopportazione è stato ampiamente superato.

Non è bastato imprigionare un paese per tre mesi, mettendo in quarantena forzata milioni di persone sanissime, quando perfino uno sbarbatello del primo anno di medicina sa che in quarantena si mettono le persone malate, e non quelle sane! Per la prima volta nella storia dell'umanità vengono isolati e segregati i sani, e ovviamente non si tratta di un errore [...leggi su disinformazione.it...]

     Il titolo in francese non sgomenti: non si tratta di un vezzo aristocratico o altro, ma soltanto la ricerca di un originale modo di dirlo. Originale qui da noi perché probabilmente il mio titolo furoreggia in tutti i paesi francofoni. Il fatto è che ovunque ci sono segni inconfutabili che la maggior parte della gente comune non ne può più. [...leggi tutto...]


Abbracci con preservativo.

    Venerdì 4 dicembre 2020.

     Durante una mia azione da criminale fuorilegge, ossia attraversare senza motivo la barriera provinciale e transitare attraverso ben sette territori comunali o forse più, per andare a visitare la mia mamma ultra-novantenne che vive sola, che non sembra essere una delle motivazioni per farsi trovare in viaggio, mi è successo un fatto che mi ha pesantemente indignato e disgustato.
     Penserete che mi abbiano fermato le "forze dell'ordine", qualcuno troppo zelante e mi abbiano appioppato una sanzione amministrativa pesante. Niente di tutto questo. Raramente ormai le forze dell'ordine si occupano dei criminali veri quale io sono.
     No, il fatto è successo a casa di mia mamma. Salendo ho recapitato la posta che ho trovato nella buca, fra la quale, l'ultimo numero dell'Eco del Chisone, settimanale locale. In prima pagina una foto che già dai colori appare surreale, rosata e sottoesposta, lugubre, direi, soltanto in se', senza addentrarci in cosa rappresenta. [...leggi tutto...]


La cultura e il diritto diventano "stati di fatto".

    Mercoledì 11 novembre 2020.

     Prendo spunto da un fatto che ho notato viaggiando sulla rete, per una riflessione sulla direzione che sta prendendo la nostra "comunemente accettata cultura occidentale".
     La cosa che noto sempre più spesso, è che moltissimi siti web impediscono di fatto l'accesso ai contenuti delle loro pagine, se prima non si accetta la loro politica sui cookie. Voglio dire cioè, che non ti pongono davanti ad una scelta "libera e cosciente", ma te li impongono, punto e basta!
     Cerchiamo in rete che cosa sono i cookie. In pratica sono piccolissimi file di codice, i quali fanno azioni altamente specifiche, quali riconoscere l'utente che richiede al server la pagina web, segnalare le preferenze tipo quali pagine e ricerche l'utente ha fatto, quali siti ha visitato, per quanto tempo è rimasto sulla pagina. Questi file vengono immessi dal server nel PC dell'utente e già questo, a parer mio sarebbe alquanto discutibile, anche se questi "biscottini" sono stati propangadati come una comodità, per evitare, ad esempio, che l'utente debba autenticarsi ogni volta sul sito visitato in momenti successivi: l'utente viene "ricordato", grazie a questi files, questi segmenti di programma specifico. [...leggi tutto...]


Rivoltarci è diventato un dovere.

    Lunedì 9 novembre 2020 - dal mio esilio "volontario" tra i monti.

    «Ce la stanno facendo, ormai. Manca poco.
     Hanno incominciato con la balla degli asintomatici infettivi, per continuare con il conteggio di migliaia di persone sane tra i "contagiati" grazie a tamponi farlocchi che non distinguono tra un'influenza normale e Covid19 (abbiamo in corso una denuncia in merito), e che considerano alla stessa stregua - grazie ad un numero di cicli di PCR elevato - chi abbia la malattia e chi abbia un solo innocuo viroma in corpo.
     Cristiano Ronaldo, Edin Dzeko, Zlatan Ibrahimovic, Milan Skriniar positivi. Trentenni dal fisico imponente che continuano ad allenarsi da soli, con grande intensità. Ma che sono tecnicamente "contagiati", che fanno crescere il numero di quelli che, secondo loro, presto intaseranno le terapie intensive.
     Perch´ non ricordano che ogni anno (ma in alcuni di più) le terapie intensive erano al collasso nel momento influenzale di punta. [...leggi tutto...]


Sottometterci o ribellarci.

(dal diario di un nonno pensionato)

Giovedì 8 ottobre 2020
     Ieri sera, ho saputo da mio figlio a cena, che da oggi vige l'obbligo della mascherina anche all'aperto. Immediatamente ho sentito una botta di angoscia, consapevole del fatto che io non sono in grado di accettere questa ennesima illegale imposizione, approvata con Decreto del Presidente della Repubblica (delle banane, ormai). Io non riesco a comprendere come mai, nonostante illustri giuristi siano contrari a questo stato di cose, spalleggiati da molti scienziati che non condividono la narrativa ufficiale di questa presunta emergenza che non fa vittime, se non in casi chiaramente in copresenza di altre gravi patologie, nonostante vi siano delle forze in parlamento contrarie a questo stato di cose, riescano a fare di noi tutto quello che vogliono, con un esercito di Vigili Urbani sopratutto, ma anche di forestali [...leggi tutto...]


Una bella favola alla quale credere.

Martedì 22 settembre 2020.

     Vi voglio raccontare in modo molto semplificato, una favoletta alla quale, tutti gli esseri umani, mediamente istruiti, CREDONO ciecamente, senza che in essa vi sia nessun fondamento di razionalità ne, tantomeno vi sia in questa favola alcunché di scientifico, verificabile, ripetibile e falsificabile, che sono i minimi criteri epistemologigci moderni, che la Scienza e la Madre che l'ha generata, la Filosofia hanno stabilito per demarcare il limite tra ciò che è REALE da ciò che è metafisico. Questi criteri epistemologici, per chi fosse interessato, nella loro più moderna espressione, li troviamo in Karl Popper. [...leggi tutto...]


La relativa normalità:
È una questione di maggioranza?

Mercoledì 2 settembre 2020.

Si dà sempre più per scontato che all'origine dell'universo ci sia stato un immenso big-bang iniziale. Ma più precisamente, cosa è scoppiato in questo grandioso big-bang?[1]

    Di ritorno dalle vacanze sulla riviera ligure, dove le "persone mascherate" erano decisamente in minoranza, mi ritrovo a Paesana, dove sono uno dei pochi che si ostina a non voler inspirare gli scarti del mio atto respiratorio precedente. Qui sono tutti mascherati. Mi sono visto costretto a fare degli acquisti e, per non mettere in imbarazzo i giovani gestori dell'esercizio commerciale, ho indossato «pro forma» una mascherina che tengo, per queste occorrenze, nel marsupio dove conservo i documenti e il denaro. Lo faccio per "rispetto" delle idee altrui, anche se preferisco defilarmi ogni volta che si devono fare approvvigionamenti, contrariamente a quanto facessi prima.
    Tanto per saggiare l'atmosfera, ma anche solamente pour parler, visto che, a parte la giovane signora che serve al banco, il marito se ne sta seduto al PC senza mascherina azzardo:
     «Ma qui a Paesana sono tutti con la mascherina! Sono arrivato ieri dal mare dove non la porta nessuno.»
     [...leggi tutto...]


Appunti da "La teoria delle Apparenze" dell'ing.Marco Todeschini
Ovvero, a che punto è la Fisica dinamica?

San Bartolomeo al Mare, Lunedì 24 agosto 2020 - San Bartolomeo.

    «Non ritenere spiegato nessun fenomeno se non ne vedevo chiaramente il suo meccanismo.» (Lord Kelvin), [Prefazione XI]
    "Se si pensa che il metodo sperimentale per descrivere i fenomeni usa gli attributi delle loro esperienze soggettive, si comprende immediatamente su quali illusioni esso si è appoggiato sinora e quale valore hanno le nostre conoscenze oggettive.

Capitolo I
§ 1° - DUE DOMANDE IMBARAZZANTI: CHE COS'È LA MATERIA? -COME SI TRASMETTE L'ENERGIA?

     (pag.5) Nel 1910 il Bohr spiegava il meccanismo dell'atomo come un sistema solare in miniatura. (pag.6) Da questo sorge la nostra prima e legittima intuizione, che la materia non sia altro che spazio in movimento.
    [...leggi tutto...]


Si può dare una sveglia Spirituale?
Venerdì 15 maggio 2020

     "Una tristezza ed uno scoramento cosmico gravano su di me come un macigno. All'inizio ero sereno, nonostante le misure drastiche intraprese da questo fantoccio di governo, perché qui dove mi trovo attualmente mi sentivo a casa e, in qualche modo, avevo speranza che si potesse tornare alla normalità. Ma è ormai chiaro che non si farà retromarcia sul calpestamento della Costituzione, dei diritti umani inviolabili e si proseguirà a massacrare tutto: economia, famiglie, individui e, sopratutto bambini.

    C'è stato un tempo, all'inizio di questa follia collettiva, in cui mi sono dato da fare, come si usa dire, per divulgare un pensiero "alternativo" a quello "dominante" dei media mainstream, vale a dire al pensiero unico che solo, oggi può garantire la "salute mentale", risparmiandoci il TSO, come abbiamo visto che può succedere a chiunque di incapparvi, pur essendo in buona salute oggettiva.

Il Genio di Aladdin in una posa
dettata da sbigottimento.

    Ma molto presto sono dovuto rendermi conto dell'inutilità di questo mio indaffaramento, non soltanto sul presente sito, ma anche, sopratutto, con i social, mandando links a tutti i miei contatti.
    Uno dei miei ultimi messaggi era, appunto, un accorato appello

[...leggi tutto...]


Messaggio di Laura Eisenhower a coloro che si ritengono "Padroni del Mondo".
Venerdì 8 maggio 2020

     Ciao, sono Laura Eisenhower.
     Questa sera sento il bisogno di comunicare qualcosa che si esprime attraverso me e si tratta di un messaggio che vorrei inviare a gente come Bill Gates.
     Potrei fare un elenco lunghissimo con i nomi di tutti coloro a cui questo messaggio è indirizzato, ma il mio messaggio è indirizzato ai membri della Cabala.
     Parlo a tutte le persone che stanno cercando di creare un nuovo ordine mondiale,
     parlo a tutti coloro che hanno manipolato ed abusato della popolazione umana, parlo a tutti coloro che sono avvolti in una sorta di patto con qualche forza demoniaca, al fine di fare tutto il possibile per conseguire il dominio del mondo, per beneficiarne loro stessi e per ridurre in schiatitù il resto della razza umana. [...leggi tutto...]


Riflessioni sulla separazione dai nostri affetti.
Domenica 3 maggio 2020

    Come ex studente di Psicologia, quando questa materia veniva ancora insegnata liberamente[1], vale a dire presentando agli studenti tutte le infinite "scuole di pensiero" esistenti in questa disciplina, mi sono imbattuto fortuitamente e per fortuna, in Wilhelm Reich.

Fig.1 Simbolo ideato da Reich che
rappresenta il fluire
dell'energia "orgonica".


     Chi era Wilhelm Reich?
    Fu un allievo di Freud, il quale, come tutti gli altri allievi di Sigmund Freud, finì per dissentire epistemologicamente con il maestro. Non è detto che quando un "maestro" litiga o radia gli allievi abbia sempre ragione lui.
    Anzi, intuitivamente, quando uno litiga con molti, almeno per come la vedo io, è statisticamente probabile che sia egli stesso in torto. O per lo meno, costui è parecchio dogmatico. Il dogmatismo è, secondo il mio modesto parere, l'antitesi della Scienza vera. Comunque, pace all'anima di Sigmung Freud e di tutti i suoi allievi ormai defunti.
     Le vicissitudini di Wilhelm Reich si intrecciano prima con il nazismo in Europa, per cui dovette [...leggi tutto...]


Far finta di essere sani (di mente).
Giovedì 30 aprile 2020

      Io ho questa precisa sensazione, sin da quando questa commedia della paura del contagio è iniziata, che si voglia da me che io reciti un ruolo consono al ruolo di tutti gli altri.
     Ma non ci riesco!
     Non riesco a farmi credere che esista questa malattia pericolosa, per proteggermi dalla quale, devo mettermi una mascherina, i guanti monouso, stare lontano dalla gente più di quanto "normalmente" si stava prima.

    Non riesco a fare come fanno tutti.

    Magari non sono "NORMALE"!

    Ma che significa essere "NORMALE"?

    È questa la domanda fondamentale, che la gente non si pone mai e continua a vivere "normalmente" –e dai!– come se non fosse necessario porsela questa domanda e si possa vivere meglio senza porsela. [...leggi tutto...]


Dimensione e altezza apparente oggetti lontani.
Martedì 28 aprile 2020

      Questo articolo nasce dalla mia innata avversione per i problemi che non hanno soluzione. Dalla mia precedente, chiamiamola polemica o divergenza di opinioni, con Michele Vassallo del quale ho seguito parecchie interessanti conferenze in quel di Saluzzo, sono nate delle riflessioni, volte a risolvere l'annoso problema della prospettiva e, quindi, della altezza o dimensione apparente degli oggetti lontani, per il quale sembrava non si riuscisse a trovare nulla in rete. Va anche detto forte e chiaro, che facciamo in rete delle ricerche con un "mostro", per dimensioni e potere, quale è google, il quale ha tutto l'interesse per mostrare o nascondere, a seconda del problema che gli diamo in pasto.

       Questo problema della prospettiva o dimensione apparente degli oggetti lontani non è di poco conto, in quanto rappresenta il tassello mancante (almeno per me), quello definitivo, per poter affermare, senza ombra di dubbio, che la terra è piatta, come ci dice l'acqua, che si dispone sempre in piano. La prospettiva e la dimensione apparente degli oggetti ci mostra e demolisce definitivamente il discorso del perché, non vediamo il sole a mezzanotte, sopratutto in estate, [...leggi tutto...]


Principio Universale.
Sabato 18 aprile 2020.

       Riporto questa frase, ricavata dall'ascolto del brano radiofonico molto lungo, da webradio11.11, su un argomento estremamente importante, collegato alla grave crisi che stiamo vivendo, che potete ascoltare per intero se vi aggrada. La riporto a memoria, come me la ricordo, quindi mi scusi il suo autore, mi pare, Jimmy Cerquetella e scusatemi tutti, ma quello che conta è il significato, il messaggio, il pensiero veicolato da queste parole che ho sempre condiviso, sin da quando mi sono risvegliato ad una nuova consapevolezza.

      Il nostro INTENTO, la nostra DETERMINAZIONE deve portarci a riuscire ad essere quello che vogliamo essere. Dobbiamo costruire noi la nostra realtà. Questa azione "volitiva" determina la nostra frequenza vibratoria personale che riesce a far entrare in risonanza altri nostri simili.

[...leggi tutto e ascolta/guarda i video...]


...ABUSI DI POTERE.
Lunedì 13 aprile 2020.

La nostra "bistrattata" Costituzione.

di Gianni Lannes

     In Italia, l'esecutivo del Conte bis ha liberato più di 6 mila delinquenti dalle patrie galere, ed al contempo ha posto agli arresti domiciliari più o meno 60 milioni di cittadine e cittadini, inclusi i bambini.

     Sulla scorta dei decreti palesemente incostituzionali ed anticostituzionali del governo Conte emanati anche dal capo dello Stato - che indistintamente hanno confuso il nuovo cor... [...leggi tutto l'articolo...]




Ostacoliamo l'avvento del Ministero della Verità in Italia e nel mondo.
Video di Massimo Mazzucco, trovato su disinformazione.it.

Lunedì 13 aprile 2020.
Ovviamente, sottoscrivo in toto i pericoli ventilati da Mazzucco e ti chiedo di divulgare questo video, a tutti i tuoi contatti rendendolo davvero virale.
Grazie di cuore!


Brani tratti da Il Ritorno 2007
     Sabato 11 aprile 2020.

    Riporto qui alcuni brani di un mio noir del 2007, non per vendervi il libro che potete leggere gratis (provo sempre un disagio, quando mi imbatto in qualcuno che tenta di diffondere come me un pensiero alternativo, ma vuole ricavarne un certo lucro), ma per riportarne delle frasi molto attinenti alla crisi attuale.

    Non siete nemmeno obbligati a leggerli. L'articolo viene dopo.

. . . . . . . .

    [...](Capitolo 1. Antefatto.) – Ricapitoliamo l'insegnamento precedente. Tutto nell'Universo è energia. L'Energia può assumere, a volte, l'aspetto di materia,

[...leggi tutto l'articolo...]


Una breve disamina di alcuni articoli della nostra Costituzione
Venerdì 10 aprile 2020

[...leggi tutto l'articolo...]


Politica pandemica e di sopravvivenza - Prospettive per un nuovo tipo di dittatura post-liberale
Mercoledì 8 aprile 2020

Visto su: https://fr.sott.net/article/35195-Pandemie-et-politique-de-survie-Les-perspectives-d-un-nouveau-type-de-dictature-post-liberale.

Alexander Dugin - Geopolitica
Sott.net
Mar, 07 apr 2020 14:41 UTC

Commento: ecco le parole del presidente Macron del 19 marzo 2020:
«Il giorno dopo, quando vinceremo, non sarà un ritorno al giorno prima.»
Il seguente articolo spiega questa frase in ciò che non dice - vale a dire la sua dimensione più perversa e totalitaria rispetto a un futuro già in corso: non ci sarà ritorno al «mondo prima ». Quando il presidente Macron dice «noi», è impossibile ascoltare «tutti i francesi». Questo «noi» costituisce il regime globale e dittatoriale rapidamente stabilito che rappresenta un'entità completamente nuova, un'entità così oscura da far sembrare il regime nazista come chierichetti.

«La nostra coscienza rifiuta di credere in cambiamenti così colossali e soprattutto nella loro irreversibilità. Ma dobbiamo farlo. È meglio concettualizzarli e comprenderli in anticipo - ora, purché le cose non siano ancora diventate così critiche come presentate qui. »
[...leggi tutto l'articolo...]


La crisi fasulla, ragioni epistemologiche e nuove speranze.
Sabato 4 aprile 2020

    Il primo punto fondamentale di questo articolo, poggia non già sulla mia convinzione intuitiva personale, ma su dati di fatto che qualsiasi scienza della VERITÀ, degna di questo nome, dovrebbe avere per non essere un edificio fondato sulle sabbie mobili dell'ignoranza e superstizione, come accade, sempre più spesso, per la medicina, sulla quale poggia questa crisi.

La pandemia.

    Per poter affermare che esiste una epidemia di vasta portata come quella conclamata nei media main stream, occorre avere la prova inconfutabile che l'epidemia esiste: [...leggi tutto l'articolo...]


Avviso importante per l'attuale "emergenza".
Lunedì 16 marzo 2020

     "Edward George Ruddy è morto oggi! Edward George Ruddy era il grande presidente della Union Broadcasting Systems ed è morto alle undici di questa mattina di collasso cardiaco e, poveri noi, stiamo affondando nella merda! Così un ricco ometto coi capelli bianchi è morto. Cosa c'entra questo con il prezzo del riso, esatto? E perché io dico "poveri noi"? Perché voi, il pubblico, ed altri sessantadue milioni di americani, ascoltate me in questo istante!
     Perché meno del 3% di voialtri legge libri, capito?
     Perché meno del 15% di voi legge giornali o riviste!
     Perché l'unica verità che conoscete è quella che ricevete alla TV! Attualmente, c'è da noi un'intera generazione che non ha mai saputo niente che non fosse trasmesso alla TV.
     La TV è la loro Bibbia, la suprema rivelazione.
     La TV può creare o distruggere presidenti, papi, primi ministri.
     La TV è la più spaventosa, maledettissima forza di questo mondo senza Dio, e poveri noi, se cadesse nelle mani degli uomini sbagliati e per questo poveri noi che Edward George Ruddy è morto. Perché questa Società è ora nella mani della CCA, la Communications Corporation of America; c'è un nuovo presidente in carica, chiamato Frank Hackett, al ventesimo piano nell'ufficio del signor Ruddy e quando una fra le più grandi corporazioni del mondo controlla la più efficiente macchina per una propaganda fasulla e vuota, in questo mondo senza Dio, io non so quali altre cazzate verranno spacciate per verità, qui.
     Quindi ascoltatemi. Ascoltatemi!
     La televisione non è la verità! La televisione è un maledetto parco di divertimenti, la televisione è un circo, un carnevale, ... [...leggi tutto l'articolo...]


Riflessioni su un'emergenza.
Giovedì 12 marzo 2020

    Da molti anni faccio parte di una schiera di persone che, quando aprono bocca, vengono immediatamente etichettati come complottisti dagli altri.
    Chi sono questi altri?
     Sono tutti quelli che Marcello Pamio definisce, nel suo discorso radiofonico del 12 marzo 2020, "sudditi con l'anello al naso", senza peraltro giudicarli, coloro i quali si bevono tutte le notizie provenienti dal circo mediatico main stream e si comportano di conseguenza, ossia proprio come vuole il sistema.
    Mi rendo conto che occorre definire anche questo sistema per [...leggi tutto l'articolo...]


Project Blue Beam

By Serge Monast
Originally Published 1994

Il video pubblicato da Dino Tinelli
    

Domenica 23 febbraio 2020
    Guardavo stamattina il nuovo video messo in rete da Dino Tinelli, di Alejandro Aton, dove la mia attenzione è stata catturata dalle parole "Blue Beam". Riporto la traduzione di Google di questo articolo.
     La cosa curiosa è che ho trovato pensieri che stavano già in me, come l'idea
[...leggi tutto l'articolo...]


Recensione delle lettere dalla Kirghisia
Sabato 22 febbraio 2020

    Ho letto con immenso piacere, dopo aver visto i video sulla rete delle interviste a Silvano Agosti, questo breve libricino e voglio condividerlo con tutti, con un breve commento mio finale.

Il sesso, la tenerezza e l'amore.

     "È semplice. Chiunque provi il desiderio di fare l'amore lo segnala agli altri, mettendosi un piccolo fiore azzurro sul petto in modo che sia più agevole avviare il corteggiamento.
     Un nostro studioso ha scoperto che gran parte dei guasti e dei tormenti che opprimevano la gente nella gestione dei sentimenti, derivavano dalla divisione delle tre componenti del mondo affettivo: la tenerezza, la sessualità e l'amore.
[...leggi tutto l'articolo...]


A.A.A. Modello terra piatta cercasi!
Lunedì 17 febbraio 2019

    "Nella foresta immensa del sapere umano e delle mie ricerche, per non smarrirmi, ho tenuto sempre sott'occhio una bussola sicura, costituita da una norma infallibile: «Non ritenere spiegato nessun fenomeno se non ne vedevo chiaramente il suo meccanismo.»
     Questo sano principio del grande fisico inglese Lord Kelvin) è stato purtroppo dimenticato ai nostri giorni, poiché la scienza moderna in netta antitesi con esso, è giunta a dichiarare di non poter spiegare le modalità con le quali avvengono i fenomeni, ne' di poterne dare le leggi precise, in quanto i dati sperimentali da conoscere vengono alterati dai mezzi usati per rilevarli. [1]
     [Prefazione XI]
    [...]"Se si pensa che il metodo sperimentale per descrivere i fenomeni usa gli attributi delle loro esperienze soggettive, si comprende immediatamente su quali illusioni esso si è appoggiato sinora e quale valore hanno le nostre conoscenze oggettive."
     [Prefazione XII]

Perché questo articolo?

[...leggi tutto l'articolo...]


APPUNTI DA CONFERENZE DI MICHELE VASSALLO (SALUZZO 2020)
(...Articolo completato...)

I tre principi della meccanica

  1. Principio di inerzia:

    "In un sistema inerziale, un corpo libero, cioè non sottoposto ad alcuna interazione reale, mantiene il suo stato di moto rettilineo uniforme o di quiete finché non interviene una interazione reale esterna a variare tale moto". Il principio di inerzia è una diretta conseguenza del principio di relatività di Galileo, ma non è possibile dimostrare quest'ultimo a partire dal principio di inerzia.

[...leggi tutto l'articolo...]


Il biologo Rupert Sheldrake e la sua teoria della morfogenesi.

[...]Secondo Sheldrake, se un determinato numero di persone arriva a sviluppare alcune proprietà comportamentali, psicologiche o organiche, queste, se giudicate utili per la continuazione della specie, vengono automaticamente acquisite anche da altri membri della stessa specie. In tal modo, se una grande parte dell'umanità riesce a raggiungere un certo livello di consapevolezza spirituale, questa stessa consapevolezza si estenderà, per il principio della risonanza morfica, ad altri gruppi, arrivando a coinvolgere l'intero sistema (il numero di persone o di individui appartenenti ad ogni altra specie, sufficiente affinché il cambiamento si verifichi è detto "massa critica")
    [...]Il concetto di «massa critica», che in fisica individua la quantità di materiale fissile (uranio, plutonio) necessaria ad innescare una reazione a catena, viene utilizzato per analogia dalla nuova cultura emergente per indicare un processo di cambiamento sociale indotto da una minoranza attiva quando raggiunge un certo grado di numerosità o di intensità [...leggi tutto l'articolo...]


Visto su: " https://www.libreidee.org/2018/05/salvare-il-mondo-la-macchina-di-majorana-vivo-nel-2006/"
   (Sperando che l'autore o gli autori del sito non mi facciano causa per plagio: il mio intento è soltanto quello di divulgare e conservare qualcosa che ritengo di fondamentale importanza per l'umanità)

   Salvare il mondo: la Macchina di Majorana (vivo, nel 2006)


   Scritto il 27/5/18 nella Categoria: Recensioni
    "Smontare" la materia e ricostruirla ovunque, azzerando lo spazio-tempo. Primo obiettivo: medicare l'atmosfera, per riparare il clima e salvare la Terra. E ancora: creare energia infinita a costo zero, senza più petrolio e carbone.
    «So come si fa», direbbe il protagonista del film.
    «E chi ti credi di essere, Dio?».
    Non proprio, ma quasi:
   «Io sono Ettore Majorana, lo scienziato ufficialmente scomparso nel 1938». [...leggi tutto...]

Oppure, qualora questo sito dovesse rimuoverlo [...leggi l'articolo salvato sul mio...]


Antartide, un continente...imbarazzante.

"Il pesce libero stenta a capire ciò sta succedendo al pesce preso all'amo.
             Karl A. Menninger"

"Immagine" NASA dell''Antartide.

      Perché "imbarazzante" e per chi?
      Imbarazzante per "loro"![1] In quanto "NOI", avendo un modello plausibile del mondo, come vedremo più avanti, non abbiamo a dimostrare o spiegare nulla di diverso da quello che ci dicono i nostri sensi e gli strumenti.

      L'input a scrivere questo articolo [...leggi tutto...]


Quegli strani fili di "ragnatele" sul Piemonte
di venerdì 25 ottobre 2019 a None (TO).

      Questa volta voglio cominciare con un articolo di un "troll" disinformatore, che mi è stato segnalato da qualcuno a cui ho mostrato le immagini, da me scattate con un cellulare nel pomeriggio di quel giorno.

      Attualità

       Filamenti bianchi piovono su Novara: ecco cosa sono

             Immagini sul sito del giornale.
       Tra teorie del complotto e pseudo bioingegneria, quali sono le spiegazioni scientifiche
      Filamenti bianchi ragnatele appiccicose piovono su Novara: ecco cosa sono
       In questi giorni, come accade quasi tutti gli anni tra ottobre e novembre, sulla città stanno cadendo filamenti bianchi trasportati dal vento.
       I teorici del complotto sostengono che si tratti di bioingegneria per il controllo del clima, altri danno la colpa alle scie chimiche, altri ancora associano la presenza dei filamenti agli avvistamenti alieni o ad apparizioni della Madonna. [...leggi tutto...]


La "bufala" delle immagini NASA del nostro "pianeta".
Giovedì 24 ottobre 2019

Immagini sul sito della NASA.

      Proprio in questi giorni in cui comincia il lungo e triste periodo che, alla mia latitudine, diventa necessario accendere il riscaldamento, mi trovo a dovermi liberare di una imponente mole di libri di testo dei miei figli, costati una fortuna: il prezzo medio in lire italiane di quei libri, si aggira intorno alle 35.000/38.000 £.[...leggi tutto...]



Storia italiana e evoluzione del termine GOVERNANCE.
Mercoledì 2 ottobre 2019

    Voglio oggi segnalare un video, o meglio, uno di una serie di video -adesso sono di moda le serie televisive, perché non i video?-, una serie di video che si chiama:
    GET OUT MATRIX - 3° Dimensione: COSCIENZA DELLO SPAZIO E DOMINIO SPAZIALE
   Questo video è la Sesta Parte.

   Non voglio commentare questo video, ma desidero che ognuno ci rifletta da se'. Per mia parte ho già parlato sempre di queste cose: tutto questo mio sito non parla d'altro, pur non possedendo io la competenza e la cultura degli intervistati, Giovanni Fasanella e Valerio Lo Monaco, autore quest'ultimo di un libro sul moderno concetto di GOVERNANCE, concetto che viene magistralmente spiegato nell'intervista, a chi ha la pazienza di seguire con attenzione fino alla fine.
   Il video è molto lungo, 1 ora e dieci minuti, per cui non apritelo se non avete il tempo materiale per seguirlo tutto e ne vale davvero la pena. Al centro, tra le due interviste, una canzone di Giorgio Gaber, che negli anni '70 aveva davvero già capito tutto: osservare con attenzione le immagini che appaiono con la canzone.
   Buona visione!
   Mi auguro davvero che il video faccia decollare la CONSAPEVOLEZZA


La "conoscenza" verso la "cultura".
Venerdì 30 agosto 2019

"Vi sono due storie: la storia ufficiale, menzognera, che ci viene insegnata -la storia ad usum delphini- e la storia segreta, dove si trovano le vere cause degli avvenimenti, una storia vergognosa".

    Honorè de Balzac - martinista
    (Le illusioni perdute,) [0]

   Per quale motivo apro questo articolo citando una frase da un celeberrimo romanzo di Balzac? [...leggi tutto...]


Autodeterminazione VS "Libertà"
Giovedì 9 giugno 2019

    Fin da quando ho memoria di me stesso bambino, sono fermamente convinto che il mio anelito più grande e pressante, sia sempre stato quell'urgente desiderio di potere autodeterminare ogni cosa della mia vita.
   Cosa non facile in quegli anni cinquanta, quando non potevo nemmeno decidere la lunghezza del taglio dei miei capelli.
    Fino a qualche tempo fa, credevo, erroneamente, che questo concetto potesse essere espresso egregiamente e totalmente dalla parola libertà. Ma oggi sono sicuro che non è così.... [...leggi tutto...]


La scienza è la Nuova Religione
Domenica 17 marzo 2019

    Mi stanno succedendo delle cose che mi fanno riflettere. Ovviamente la parola corretta era "pensare" e non "riflettere", che significa, invece, "mandare in un altra direzione"...
    L'attrito e la missione Apollo 11, 1969.
   
    Cosa centra l'attrito con la missione "Apollo 11"?
    Lo vedremo tra un attimo, dopo una breve premessa.
    Ma intanto guardate la dimensione degli oggetti delle due foto: già questo dovrebbe far riflettere sulla enorme balla che ci hanno raccontato... [...leggi tutto...]


Una strana faccenda...al plasma.
Domenica 2 dicembre 2018

Se sei un credente religioso non leggere questo articolo.

   Navigando sulla rete, mi sono imbattuto in una strana storia, che vi voglio raccontare...un po' per seguire il consiglio dell'autore (: divulgate!), un po' perché la storia mi intriga non poco.
   Non voglio con questo affermare che CREDO alla storia che vado a narrare, ma, se non è vera, di sicuro è ben trovata.
   L'autore di questa storia che potete trovare su YouTube...[...leggi tutto...]


Tutto si "evolve".
Domenica 23 settembre 2018

    Da quando Charles Darwin pubblicò, nel 1859 L'Origine delle Specie, pare sia di moda che, in natura nella storia e nelle società tutto si evolva. Anche la "Scienza", che è parte della più ampia categoria della "cultura" umana, universalmente accettata, segua questo andamento.
    Almeno così ci viene insegnato nelle scuole di ogni ordine e grado, dalla scuola materna all'università. L'idea che si fa largo fra le righe di quanto ci viene insegnato, quasi che qualcuno voglia fare in modo che essa attecchisca bene nelle nostre menti, in modo piuttosto vago ed implicito più di quanto non sia realmente dimostrato, che tutto succede casualmente e non, per una esplicita progettazione.
    E, ovviamente, il nuovo risulta migliore del vecchio, che è desueto, superato, obsoleto. [...leggi tutto...]


Rilessioni sulla nuova religione parte seconda.
Domenica 2 settembre 2018

   Avendo, nel periodo delle scuole superiori, attraversato il'69, per di più provenendo da una scuola media di Salesiani, ho anche io, come tutti, come era di moda, rinnegato la fede che mi fu inculcata, fin da piccino, dalle "vecchie suore nere" dapprima, e dai salesiani per ultimi.
    Ho espresso un fatto. Un semplice fatto di cronaca, senza valutazioni o valenze di alcun tipo.
   Il clima di allora era quello. Tutti dicevano allora che ci erano state racContate un sacco di balle, propagate e divulgate dai preti della religione Cattolica.
    La scuola "laica" ci insegnava cose diverse.
    Non più la "Creazione" di noi e del mondo ad opera di Dio, come ci avevano spinti a credere, ma il Big-bang, l'evoluzione. Eravamo dunque, per contrasto, per ragionamento, secondo i canoni della "scienza", che, come vedremo in seguito, sarebbe più opportuno chiamare nuova religione, frutto del caso.
   Un accidente evolutivo![...leggi tutto...]


Filologia di preghiere. Nuove e vecchie "fedi".
Domenica 6 giugno 2018

    Nato nel lontano 1954, fui educato come si usava allora, tra casa e chiesa fin da piccolissimo. Crescendo aumentarono gli educatori: alla scuola materna, suore e ragazze più grandi mi imbottirono di riti religiosi e mi iniziarono alla parola scritta, cercando, senza riuscirci, di rendermela noiosa, con pagine e pagine di astine tutte uguali, il cui scopo ancora oggi mi sfugge.
    [...leggi tutto...]


Riminescenze scolastiche, anticipazioni e nuove profezie.
Martedì 20 marzo 2018

    Nel 1968, anno storico e fatidico, mi iscrissi, dopo consultazioni familiari sull'opportunità di un corso di studi anziché un'altro, all'I.T.I.S. "G.B. Pininfarina", ubicato, come direbbero i miei figli, "in culo ai lupi", ma per rendere l'idea a chi non conosce la mia città, esattamente dalla parte opposta di Torino, mentre io vivevo a Beinasco, il che mi situava, a quei tempi, a 6 Km. dall'ingresso alla città, che dovevo poi attraversare tutta! Tranquilli! Non parlerò ancora di terra piatta: camminando in città l'orizzonte non esiste proprio, essendo nascosto da case e palazzi; l'orizzonte è un privilegio riservato a noi "campagnoli".
    Piccola parentesi sui criteri di scelta dell'epoca, per un corso di studi... [leggi tutto]


Navigando sul golfo ligure, pedalando su un pianura tonda.
Sabato 17 marzo 2018

   Da quando, circa un mese e mezzo fa, mi ha colpito, tra capo e collo, questo colossale dubbio sulla forma del pianeta sul quale viviamo, sono ossessionato dall'dea di dimostrare che quello che i nostri occhi ci dicono, non è sempre falso.
    Sarà un caso, per inciso, che si usi la parola "pianeta", invece che, per esempio, "sfereta", "palleta", "tondeta"?
    Tutto preso da questa ossessione, dicevo, sono andato a cercare vecchie fotografie digitali, che riportino paesaggi a lungo e largo raggio, per cercare di vedere cosa c'è in lontananza e se è "corretto", scientificamente, che sia lì in bella vista.
   Ho trovato questa foto risalente a 6/7 anni fa, quando fui ospite su un'imbarcazione da pesca, salpata...[leggi tutto]


Siamo tutti rincoglioniti?
Lunedì 5 marzo 2018.

   Ieri gli italiani al voto hanno trovato doppia sorpresa alle urne: lunghe file causate dalla novità del nuovo sistema, spacciato per "sicurezza": le schede dotate di adesivo identificativo numerico.
   Perché, si sa, sono i singoli elettori, quelli che fanno i brogli, non quelli che vogliono essere votati.
   Non quelli che comandano davvero, al di sopra dei politici.
   Sono gli italiani idioti e ingenui come me!
    Vorrei che mi spiegassero come può questo sistema prevenire i voti di scambio. L'elettore può accedere al seggio una volta sola: il mio nome è stato segnato. Come possono con questo sistema sapere se ho votato per qualcuno che mi ha fatto un favore o no?
   ...mmmmmmmaaaaaahhhhh...
    ...
   (l'italiano idiota e ingenuo che sono sta "pensando")
   All'ingresso della sezione elettorale, consegno documento e tessera elettorale all'addetto, che scrive tutto sul suo registro.
   L'addetto alla consegna delle schede elettorali legge i numeri identificativi delle mie schede e il primo le trascrive sul registro
   Alla consegna della scheda votata, l'adesivo mi pare venga usato per tenere chiusa la scheda, prima di introdurla nell'urna. Non dovrebbe essere rimossa?
   Magari mi sono sbagliato!
   ...mmmmmmmaaaaaahhhhh... (l'italiano idiota e ingenuo che sono sta ancora "pensando")...
   allora l'identificativo delle mie schede compare in un registro accanto al mio nome!
   Quand'anche l'identificativo fosse trascritto su un registro a parte, la sequenza temporale -un elettore--un identificativo- permetterebbe a chi ha in mano questi dati, di risalire al mio voto!
   Ma stiamo scherzando?
   Ma il voto non era segreto?
   Sì, lo era quando avevamo una Costituzione intatta. Adesso...
   Possibile che non ne parli nessuno?
   Soltanto l'italiano idiota e ingenuo col vizio di "pensare"?
   Potrebbe anche essere che tutto questo sia solo una preparazione. Potrebbe anche essere che questa prima volta, l'adesivo venga effettivamente rimosso dalla scheda. Ma, in futuro, quando saremo "abituati"all'adesivo, e non vi faremo più caso, l'adesivo verrà davvero usato per chiudere la scheda.


La trappola della "cultura".
Domenica 25 febbraio 2018.

   Ho maturato negli anni una deferenza quasi religiosa per la cultura e per gli individui che, secondo me, la padroneggiavano: docenti, medici, giornalisti, politici e così via, mentre io mi sentivo escluso da quella cerchia: non avevo potuto da giovane andare all'università. Quando finalmente, in età adulta decisi di riprendere gli studi, forse abbagliato da quella cometa che, forse, mi indicava qualcosa di diverso, lentamente la deferenza verso queste persone è caduta in seguito alla delusione che i personaggi di cui sopra andavano dimostrando con i fatti, più che con le parole. Notavo che molte delle persone salite molto in alto con l'istruzione, medici, professoroni, nella vita erano dei cafoni maleducati, senza alcun rispetto per gli altri.
    Sembra molto facile atteggiarsi con le parole spacciando per verità tutto ciò che si dice, ma contraddicendosi con il proprio comportamento.
   «Fate come vi dico e non come faccio!»
   Già! Più sopra avevo dimenticato i preti.
   Probabilmente ero io a fare confusione, pensando che alla cultura si affiancasse l'elevazione dello Spirito, che, almeno secondo me, avrebbe dovuto caratterizzare l'umanità, intesa come caratteristica pregnante dell'essere umano, in quanto capace di empatia e compassione per gli altri. Così almeno sembrava emergere dai libri che ci avevano fatto leggere a scuola, dalle lezioni di catechismo, dagli insegnamenti religiosi. Niente di più sbagliato! (...leggi tutto...)


Rilessioni sulla nuova religione e tanto altro.
Domenica 4 febbraio 2018.

   Diventa evidente che arrivo sempre con l'ultimo treno, visto che prendo spunto a gennaio, per una riflessione "partita", diciamo così, a novembre, in occasione del cosiddetto "Black friday". Già il nome scelto da chi ha ideato questa cosa, questa "festa" (sì perché molti la percepiscono in questo modo), lo trovo di pessimo gusto: si porta alla memoria un fatto accaduto nel 1929 che ha rovinato economicamente milioni e milioni di persone in tutto il mondo.
    In occasione del venerdì nero ultimo scorso, trovavo strano come fosse assolutamente naturale, per la gente intorno a me, che ci fosse questo giorno, o settimana, in cui si poteva acquistare spendendo meno. Tutti entusiasti di questa follia. Alla radio che sto ascoltando in auto, "solo musica italiana", la conduttrice sembra scandalizzata dal fatto che molti non sanno di questa oppurtunità di spendere meno!
    Ma non si tratta solo di questo.
   [...leggi tutto...]


Mercoledì 11 maggio 2016
Da "Bel ami" di Guy de Maupassant.


   La butto là come l'ho trovata con il copia-incolla dal pdf del libro; magari un giorno che avrò tempo lo metterò a posto....   

      "Norbert de Varenne parlava con voce nitida, ma in sordina, una voce che avrebbe destato echi nel silenzio notturno se lui non l'avesse moderata. Appariva sovreccitato e triste, in preda a quella tristezza che s'abbatte talvolta sugli animi e li rende pronti a vibrare come la terra sotto il ghiaccio. Riprese: «Che importa, del resto, un po' più o un po' meno d'ingegno, se tutto è destinato a finire!» E tacque. Duroy, che quella sera aveva l'allegria nel cuore, disse sorridendo: «Lei è piuttosto nero, oggi, caro maestro.» Il poeta rispose: «Lo sono sempre, ragazzo mio, e lo sarà anche lei, fra qualche annetto. La vita è un monte. ..(leggi tutto)...


Mercoledì 11 maggio 2016
Commenti all'articolo di Nexus sulla cospirazione.

      Premetto che chi scrive ha superato i sessant'anni di età, per cui è estremamente sensibile a due argomenti che nell'articolo di Nexus sulla cospirazione contro l'umanità, ricorrono spesso come temi dominanti: il primo è l'insistenza con la quale si vuole inculcare nella mente delle persone la messa al bando degli anziani; la seconda è la totale mancanza di libertà degli individui di tenere le redini della propria vita, in questo "nuovo sistema sistema su scala mondiale".
    Il primo, quello degli anziani, richiama inevitabilmente il contrasto generazionale, il rapporto di noi anziani con i giovani.
    Vado a braccio, senza seguire la traccia punto per punto, come del resto ha fatto l'autore dei nastri, il dott.Lawrence Dunegan: ha parlato di quello che gli veniva in mente di volta in volta, e ne risulta che gli stessi argomenti sono toccati e approfonditi in punti diversi, anche se magari non c'entravano per nulla con il titolo ..(leggi tutto)...


Domenica 1 maggio 2016
Apocalisse.

      Non so quanti abbiano mai letto l'Apocalisse di Giovanni nel Nuovo Testamento. Qualcosa di oscuro e tremendamente spaventoso per noi tutti: per i Cattolici, il giorno finale del Giudizio Divino, l'ultimo giorno, dove verremo giudicati e divisi, secondo i nostri meriti. In ogni caso un evento terribile e ineluttabile.
   Una profezia ad opera dell'evangelista?
   E se invece si trattasse di un piano, un progetto a lunga scadenza, ad opera di personaggi che tramano nell'ombra contro l'umanità?
   Oppure ancora, potrebbero essere vere entrambe le ipotesi: Giovanni, profeta ispirato da Dio, ha visto quel che ci aspetta nel futuro (il "futuro" ai suoi tempi, ma potrebbe essere "hic et nunc" per noi adesso), ed ha voluto avvertirci.
   Infine, il piano, il complotto, potrebbe essere attivo da così lunga data, che Giovanni ha voluto metterci in guardia fin da allora.
(...leggi tutto)


sfondi

Data creazione pagina: 30/01/2015 3:16

- Titolo: Giorno memoria due

Una bella mattinata quella del 27 gennaio 2015, giorno in cui si ricorda la "Shoà" -non so se sia scritto giusto, ma che letteralmente dovrebbe significare "sacrificio bruciato offerto a Dio", ma quale dio? Ho già parlato del giorno della memoria in un altro articolo, per chi ne fosse interessato-
    Un cielo sereno, azzurro, il mondo illuminato e riscaldato dal basso sole all'orizzonte delle nove di mattina di un giorno di fine gennaio.
    Ma il cielo è solcato da decine di aerei, non quelli commerciali di linea, perchè quelli che vedo in cielo in questa mattina, lasciano una lunga coda, una scia che va da un orizzonte all'altro, mentre quelli commerciali hanno una scia che subito si dissolve nell'aria secca dell'inverno.
    Le scie di questa mattinata, nel giro di poche ore si intrecciano, formano una griglia, una schacchiera nel cielo prima sereno, e si allargano, formando una nebbia semitrasparente, che ci vela il già debole sole invernale.
    Operazioni di "geo-ingegneria", la chiamano, o controllo climatico.
    Ma chi le fa, queste operazioni, chi le decide?
    Mah! Non si sa. Di sicuro si sa chi le paga. Perchè da quando nel mondo esiste il denaro, paga sempre "Pantalone".
    C'è la crisi, non ci sono soldi per le pensioni e sessantenni malati e stanchi son costretti a continuare a lavorare all'infinito, mentre i loro figli sono disoccupati, ma i soldi per quelle porcate nel cielo ci sono!
    Quanto costerà allo stato italiano la sua quota per partecipare alle operazioni di geo-ingegneria, che fanno girare tutti quegli aerei che spargono sostanze tossiche, metalli pesanti, che poi ricadono giù, entrano come nano-particelle nei nostri organismi, facendoci ammalare di cancro, Parkinson, Althzeimer? Proprio mentre continuano a farcelo a fette sull'olocausto, ci ammazzano a milioni, in molti di più all'anno di quella cifra che continuano a sbandierare per la "shoà".
    E i giornalisti, che dovrebbero essere pagati per informarci di quello che succede, negano il fenomeno perchè sono stati prezzolati per disinformarci...
    In che razza di mondo, di cultura viviamo?
    Chi ha ideato una cultura cosi folle?
    Chifelio


Giovedì 25 settembre 2014.
Dove stanno portando la cultura occidentale?

    Ho parlato spesso in questa sede del fatto che la cultura "occidentale" è un costrutto voluto da chi detiene il potere economico e che noi subiamo brutalmente, violentati nelle nostre stesse menti a nostra insaputa.
   Ho trovato il seguente articolo su http://www.disinformazione.it/nuovo_ordine_europeo.htm, dell'antropologa Ida Magli, pubblicato sul sito de Il Giornale.

Il nuovo ordine dell'Europa: distruggere ogni differenza

   All'inizio degli anni Novanta le scienze umane sono state fatte sparire dall'orizzonte dell'informazione di massa, semplicemente con il silenzio, non parlandone più. Dato l'enorme entusiasmo che avevano suscitato nel periodo che va dalla fine della Seconda guerra mondiale fino agli anni Novanta, il fatto che nessuno abbia fatto rilevare questa sparizione sarebbe "strano" se non rappresentasse la conferma che la sparizione è stata voluta.
    Le cattedre ovviamente sussistono, ma le loro scienze non fanno più notizia. Contemporaneamente sono state eliminate dalle scuole, per ordine dell'Ue, antiche, nobilissime e essenziali discipline come la geografia, la letteratura latina e greca con le lingue corrispondenti, riducendole tutte a fantasmi, innocui brandelli di un sapere inesistente. Perfino la storia, privata di tutti i contributi metodologici di cui l'epoca moderna l'aveva arricchita, sembra diventata un residuo d'altri tempi, impotente a dare agli uomini quella consapevolezza di se stessi che ne è il frutto principale, conquista fondamentale della civiltà europea. Anche questo è stato deciso e messo in atto nel più completo silenzio. (...leggi...).


Domenica 6 aprile 2014
Perché ci si ammala?

"I batteri e i virus non producono malattia: è la malattia che li produce"
    Franco Libero Manco
    Non ci si ammala per colpa dei germi, dei batteri, dei virus, del destino o del patrimonio genetico. La genetica incide minimamente sulla percentuale di malattie e in gran parte ridimensionabili attraverso un corretto stile di vita. Il diabete e il cancro non arrivano dall'esterno: è il corpo che li sviluppa. L'obesità non si prende: è il corpo che accumula grasso. Il mal di testa, il mal di schiena, l'artrite, l'impotenza, non si prendono: sono tutte condizioni patologiche che il corpo sviluppa dal suo interno.
    Ci ammala perché vengono violate le leggi naturali che ogni organismo vivente, a seconda della sua specie, deve rispettare. Quando la popolazione assume standard di vita sbagliati, viola le leggi naturali e si alimenta con prodotti industrializzati, le persone incominciano ad ingrassare, ad ammalarsi, a sviluppare i disturbi della civiltà moderna. Le malattie sono dovute a: tossine, caos elettromagnetico, stress psicofisico, ma soprattutto a causa della cattiva alimentazione dovuta a cibo cotto, industriale che causa carenze nutrizionali (nonostante la sovralimentazione) e le nostre cellule restano affamate e assetate per carenza di veri nutrienti.
   Non ci ammala a causa dei virus o dei batteri. Se si espongono due soggetti al virus dell'influenza uno si ammala e l'altro no, perché? Perché l'organismo del primo non riesce a difendersi a causa di una condizione di debolezza del suo sistema immunitario e le tossine aggrediscono l'organismo. Quando l'organismo è intossicato, si abbassano i livelli di acidità del sangue. Il pH del corpo dovrebbe essere alcalino, quando invece è acido si è esposti al rischio di malattie. Se il pH è alcalino praticamente non ci si ammala quasi mai. Ogni individuo malato di cancro ha un pH basso, cioè molto acido.

   ..leggi tutto..
    Visto su http://www.disinformazione.it/perche_ci_si_ammala.htm


Domenica 9 marzo 2014:

Tempo fa mi imbattei girovagando per la rete, in un video di una conferenza di Stefano Montanari, ricercatore, insieme alla moglie, Antonietta Gatti, sulle nano-particelle e sul loro impatto per la salute umana.
   Siccome van di moda inceneritori e impianti per l'utilizzo delle bio-masse per la produzione di energia, anche a None, e par di capire, dalla video conferenza, che questi impianti facciano parte dei responsabili della produzione di queste nano-particelle, voglio linkare il sito di questo studioso.
   Ma c'è un altro motivo per farlo. Al tempo delle ultime elezioni politiche che si son tenute in questa repubblica delle banane, di fatto elezioni inutili anche proprio per il punto a cui adesso arriverò per il fatto, che ormai, dalla caduta del governo Berlusconi abbiamo avuto di fatto non governi eletti democraticamente, ma governi "nominati", notavo con stupore ed angoscia l'entusiasmo di molte persone per il nascente Movimento 5 stelle del "comico" Beppe Grillo.
   "Ma siete diventati tutti matti?" era la mia spontanea reazione verso chi questo entusiasmo mi manifestava. Va detto che da lungo tempo scoraggiato dal malfunzionamento della politica totalmente asservita, secondo me, al potere economico, non andavo più a votare, pensavo, nella mia ingenuità che fosse giunto il momento di prendere partito e schierarsi in difesa di quel che restava della vuota parola "democrazia" e mandare a casa i Monti voluti dall'elite bancaria europea e mondiale.
   Allora dal mio punto di vista, votare per un comico, una persona dello spettacolo, che nei suoi show parlava con leggerezza, per diventare popolare, anche di temi importanti come lo strapotere delle banche, salvo qualche anno dopo, popolarità raggiunta, rinnegare tutto, evitando accuratamente anche i suggerimenti del pubblico, pensavo dicevo che fosse di fatto una dispersione di voti.
   Si dà il caso che Stefano Montanari abbia conosciuto molto bene il comico genovese e ne abbia scritto in un libricino, Il Grillo Mannaro" (pagina sul sito), che, ovviamente nessun editore ha voluto pubblicare, e che l'autore ha messo a disposizione in formato .pdf sul web.
   Consiglio la lettura di questo libro a tutti quegli entusiasti di allora e di oggi.


Grillo Mannaro.pdf


ContanteLibero.it


Martedì 10 luglio 2012

Mi giunge via mail questo articolo, che mi sembra degno di essere pubblicato:

Gianni Lannes
Rockfeller il criminale: prevede 13 mila vittime alle Olimpiadi di Londra.
Terrore infinito per dominare il mondo? Ecco cosa riserva il futuro, ormai presente: massoni da quattro soldi in affari con i paperoni dello zio Sam, che tentano di conquistare il mondo assoggettando definitivamente l'umanità. E noi ad applaudirli pure. Per la cronaca di stretta attualità: si stanno annettendo definitivamente l'Italia, allungando impunemente le grinfie sul patrimonio storico, previa incetta delle riserve aurifere (2.700 tonnellate). Nel frattempo si accingono a prendere possesso di Eni, Finmeccanica, acqua pubblica e quant'altro con gli ampi poteri legislativi concessi recentemente dal Parlamento al golpista per conto terzi Monti Mario. Giocano a carte scoperte o bleffano? Fatto sta che la Fondazione Rockefeller ha sfornato nel 2010 un documento denominato "Scenarios for the Future of Technology and International Development". Non è opera degli anarchici, vale a dire del solito capro espiatorio buono per tutte le stagioni a giustificare crimini istituzionali d'ogni genere. A pagina 11 è scritto: «In 2012, the pandemic that the world had beenanticipating for years finally hit. Unlike 2009's H1N1, this new influenza strain - originating from wild geese - was extremely virulent and deadly. Even the most pandemic-prepared nations were quickly overwhelmed when the virus streaked around the world, infecting nearly 20 percent of the global population and killing 8 million in just seven months, the majority of them healthy young adults.» (leggi tutto)


Ël pais sarà.

   Duminica, 17 giugn 2012.
Mi i son rivà a Non tanti ani fà, quande le stra ch'a ven-u da fòra, da Airasca, da Castagnole, da Candieul a i ero 'ncora duverte a ij forestè.
Adess a së vintra mac pì da la stra 'd la Volvera, se 'l pasage a livel a l'è duvert, e a i è nen ël mërcà ò queiche fera. Sì përché a Non a i piass fè 'd feste e 'd fere, e tute le vote a saro Via Roma.
Da Non a së peul mac pì seurte.
A l'è 'n pò coma 'nvitè la gent da fòra, peui sare-ie la porta 'n sël muso! Ma ch'a sciairo che 'ndess-ne a l'è facil.
(...leggi tutto...)


Money is the root of all evil, and man needs roots.
C'è una guerra in corso...

e noi cosa stiamo facendo? Sembrerebbe che, pur essendo in tanti, nobili e forti, stiamo facendo di tutto per perderla. Tanto ormai abbiamo già perso tutto, compresa la nostra dignità.
Sono angosciato, confuso, amareggiato dal senso di impotenza che l'attuale situazione economica infonde, ma ero convinto che, essendo in tanti a doverci identificare con gli schiavi, gli sfruttati, i derelitti, un giorno avremmo aperto la nostra coscienza a questo fatto ed avremmo risollevato le nostre schiene...
Sempre cercando di saperne di più scopro giornalisti coraggiosi ed onesti, i quali, al contrario dei loro colleghi totalmente asserviti al sistema, ci parlano del nocciolo del problema e mi confermano ciò di cui dubitavo da me: siamo tutti schiavi delle banche e la politica è soltanto un teatrino per grulli.
Quando mi rendo conto che il mio conterraneo Giulietto Chiesa è uno degli aderenti alla manifestazione del 15 ottobre, quella dei cosiddetti Indignados, anche se non sono del tutto convinto che scendere in piazza sia la strategia giusta, mi dico che forse, abbiamo ancora qualche speranza.
Mi rendo conto che non sono più il solo ad accorgermi del colpo di stato ad opera di un presidente del consiglio europeo, che non è eletto democraticamente, ma viene in casa nostra a dirci chi mandare a casa e chi mettere al suo posto, complice il nostro presidente, mentre la sinistra esultante per la caduta dell'odiato nemico, non si accorge di quanto tutto questo poco abbia a che fare con la democrazia, quando Barnard, coraggiosamente, li denuncia, sull'onda di un'altra denuncia ad opera di Paola Musu, un avvocato di Cagliari.

Ma poi scopro la querelle di Barnard con Giulietto Chiesa e mi cadono le braccia!

(...leggi tutto...)


11 aprile 2012.
Perché gli stati, e quindi i cittadini che lavorano e producono sono indebitati?

Come si fa a conquistare il mondo?
      La ricetta per farlo sembra essere semplicissima: fare in modo che gli stati spendano più di quanto possano permettersi, in modo che richiedano finanziamenti. Ma a chi chiederli? Chi c'è di più grande, potente, ricco dello stato stesso? Et voilà! Si possono soltanto chiedere agli specialisti dei finanziamenti, dell'usura legalizzata: i banchieri. (...leggi tutto...)


  • Cultura: definizioni e considerazioni.
  • 19 marzo 2012
       La cultura è, o dovrebbe essere, un corpus di conoscenze utili all'uomo per la sua sopravvivenza nel suo ambiente fisico, e per destreggiarsi nel suo universo sociale.
       Per quanto riguarda il primo aspetto, più semplice, la conoscenza facilita il procacciamento del cibo e dei materiali utili a ripararsi dalle intemperie; la difesa dai pericoli, l'accensione del fuoco, eccetera: come ho detto altrove, citando Jean Jacques Rousseau , tutte le scoperte utili in questo senso sono state fatte nel periodo neolitico, tutto il resto è superfluo; per quanto riguarda il suo aspettto sociale le cose sono un tantino più complicate.
       Col trascorrere del tempo, di alcune conoscenze che hanno dato origine a determinati comportamenti, tabù, riti, se ne perde l'origine, il significato e lo scopo, ma si continua ugualmente ad osservarne i precetti: le conoscenze originali sono perse, ma esse continuano ad ifluenzare il comportamento dei singoli individui e del gruppo sociale.
       Da un punto di vista sociologico, si potrebbe paragonare questa parte "dimenticata" della cultura a ciò che è il cosiddetto inconscio freudiano per l'individuo -e mi risulta che sia proprio il tipo di interpretazione che ne ha dato un diretto allievo di Sigmund Freud, Carl Gustav Jung, chiamandolo "inconscio collettivo"...[leggi tutto...]


    Non votare chi ti frega e ti avvelena

    Mercoledì 13 aprile 2011
       Da alcuni anni sono a conoscenza del problema delle "chemtrail", "scie chimiche", vuoi per inveterata abitudine a girare col naso per aria, vuoi grazie a ricerche svolte sulla rete, dove ci si può rendere conto che IL PROBLEMA È REALE E VIENE PERCEPITO IN OGNI PARTE DEL MONDO da quelli che, come me, osservano il cielo.
       Però mai come in questi giorni mi sto rendendo conto di quanto il problema sia grave, ineludibile, e questo mi mette una tremenda angoscia.
       Angoscia perché mi rendo conto che non c'è luogo al mondo per sfuggire all'irrorazione; angoscia perché ho messo in questo mondo di cacca tre figli (trent'anni fa come facevamo a sapere queste cose?); angoscia perché la maggior parte delle persone ignora o archivia il problema come "gas di scarico" degli aerei e tira diritto per la sua strada; angoscia perché le istituzioni, le quali dovrebbero proteggere la nostra vita e la nostra salute, o fanno finta di non vedere, o, peggio, sono conniventi e negano ufficialmente il problema, liquidandolo come "scie di condensa".
       Angoscia perché ho paura persino a respirare normalmente, ora che vedo intensificarsi giorno dopo giorno il fenomeno e so che tutta la porcheria con la quale devastano il cielo, prima o dopo scende verso di noi.
       Se si guarda verso il sole si vede distintamente un pulviscolo che cade: come potevamo pensare che rimanesse lassù? Questa roba la respiriamo, ci ammaliamo, soffriamo. Forse molti dei nostri vecchi sono già morti a causa di questi esperimenti che UFFICIALMENTE NON ESISTONO!
       Mio padre aveva il Parkinson, molti se ne sono andati a causa di tumori o per le "cure" che la medicina "ufficiale" ha prestato loro.
       Come si fa, in queste condizioni a non ipotizzare un grave complotto contro l'umanità?


    Giovedì 24 marzo 2011
       Ho sognato che con i miei cari e tutti gli altri, vivevamo in un mondo meraviglioso. Il cielo era tornato azzurro, senza le "scie chimiche". La gente si amava e si aiutava reciprocamente, senza conteggiare il dare e l'avere ...

       Mi i l'hai sugnà che con ij mei e tuti ij'auti, noi vivio 'n t'ën mond d'ij pì bei ch'a së peussa ënmaginèsse. Ël ciel a l'era torna bleu, sensa le fumere 'd'ij aparechio. La gent a së vuria bin e a së giutavo l'un con l'aut, sensa veurei queicòss ën cambe ....

    I had a dream that my dear ones, my friends and I, we lived in a wonderful place. The sky was back to blue, and there were no "chhemtrails". Everyone loved and helped each other, not counting what they gave and what they received. ...(leggi tutto)


    150° Anniversario Unità d'Italia.

       Giovedì 17 marzo 2011.
       Una nuova festa, solo per quest'anno. Nei giorni precedenti, infinite discussioni, fra colleghi commercianti: «Il tale è chiuso, il tal altro è aperto!» ...(leggi tutto)


       Non gli pareva possibile essere stato talmente ingenuo, tre anni prima, d'avere scritto quel romanzo in cui, gli agenti "liquidatori" del sistema, si occupavano dello scrittore scomodo, inseguendolo sulla montagna prima e, sulle sue tracce in Liguria ed in Francia poi.
       Erano arrivati i tempi in cui, tali agenti potevano occuparsi massicciamente di un intero Stato, colpevole magari di cercare l'autonomia energetica con centrali nucleari e fusione fredda, inviando loro un terremoto ad hoc, come avevano appena fatto con il Giappone.
       Altro che occuparsi di un singolo individuo: venti, trentamila morti nel volger d'un sospiro, senza darsi la pena di inseguire un meschino in alta valle Po. (...leggi tutto.)


    ... noi stiamo qui, a litigare fra noi, per la raccolta differenziata, per i partiti politici -io sono rosso, tu sei nero, lui è bianco, l'altro è verde- mentre chi per davvero detiene il VERO POTERE ci marcia per poi rimettercelo sempre là in basso [1].
       Quando ci sveglieremo, apriremo gli occhi e finalmente "vedremo" cosa sta succedendo in questo mondo?
       Questo è il motivo per il quale vale la pena di scrivere, nel poco tempo libero che mi resta, dopo il lavoro forzato da schiavi. Tentare di far partecipi gli altri miei simili di cosa sta davvero succedendo.
       È poco quello che posso fare in questo modo, dal mio umile sito, ma questo poco è pur sempre meglio di niente!


    [1] Dal testo di una canzone di Francesco Guccini, che quando mi verrà in mente il titolo lo riporterò.

    Articolo n.13: index.php


    Postato da giovanni Il 2017-11-21 04:27:34

    Vorrei domandare ai miei 4 lettori, perché LO SO che qualcuno mi legge:
    perché nessuno lascia uno straccio di commento?


    Postato da Giovanni Il 2012-09-25 12:25:01

    11 aprile 2012.
    Perché gli stati, e quindi i cittadini che lavorano e producono sono indebitati?

    Come si fa a conquistare il mondo?
    La ricetta per farlo sembra essere semplicissima: fare in modo che gli stati spendano piùdi quanto possano permettersi, in modo che richiedano finanziamenti. Ma a chi chiederli? Chi c'è di più grande, potente, ricco dello stato stesso? Et voilà! Si possono soltanto chiedere agli specialisti dei finanziamenti, dell'usura legalizzata: i banchieri. (...leggi tutto...)


    Commenta questo articolo.


           Dopo aver premuto "INVIO", verrai reindirizzato ad una pagina nella quale devi postare le lettere delle immagini che appaiono, per dimostrare di non essere un robot.
           Se tutto va a buon fine, verrai nuovamente reindirizzato alla pagina che hai commentato, con in fondo, dopo questo "form", il tuo nuovo commento.

    <--Inserisci Commento

    Scegli Nome utente (Obbligatorio *)

    Cognome
    (Se vuoi apparire te stesso!)

    Indirizzo email (Obbligatorio * - Tranquillo! NON verrà pubblicato, ne' venduto a scopi commerciali pubblicitari.
    La mail la devi mettere in ogni altro blog! Questo sito NON UTILIZZA cookie)

           Tengo molto ad avere commenti e riscontri, anche, soprattutto, da chi non concorda con quanto scrivo.
       Il fatto di dover inserire la mail non ti spaventi: NON SARAI PERSEGUITATO DA NESSUNA "MAILING LIST", ne' tantomeno, la tua mail sarà venduta a scopo commerciale ne' pubblicata.
           Ricordo brevemente le regole base di qualsiasi blog:
           Niente insulti e volgarità (verranno cancellati commenti di questo tipo!).


    Articolo n.13 index.php