Blog di Giovanni Chifelio
sfondi





"Giornalismo è diffondere ciò che qualcuno non vuole che si sappia. Il resto è propaganda."
Horacio Verbitzky

Giovanni Chifelio Home page



Debito, crisi, denaro, guerre, Nuovo Ordine Mondiale...

La proprietà letteraria degli scritti riportati in questo sito è di Claudio Chicco, Via Rivalta, 3/b BEINASCO (TO), il quale ne permette la la citazione di brani, citando fonte ed autore e NON ne permette il SUNTO, se non in una versione concordata con l'autore. Per questo fine usare l'apposito form " contatti". Gli articoli pubblicati nel sito possono essere non attendibili. Non mi assumo alcuna responsabilità per contenuto degli articoli di altri autori. La responsabilità dei testi e del loro contenuto è unicamente dei rispettivi autori. Eventuali commenti postati sono a responsabilità di chi li ha postati.
Questo sito NON viene aggiornato con regolarità periodica, per cui NON può essere considerato una testata giornalistica di informazione. Quello che viene espresso dall'autore è libera opinione dello stesso autore, garantita come diritto dall'Art.21 della Costituzione Italiana.

Blog di Giovanni Chifelio

Benvenuti nella pagina "I have a dream" di Giovanni Chifelio

bandierapiemont-Mi i l'hai sugnà... -

Giobia 24 Mars 2011
   Mi i l'hai sugnà che con ij mei e tuti ij'auti, noi vivio 'n t'ën mond d'ij pì bei ch'a së peussa ënmaginèsse. Ël ciel a l'era torna bleu, sensa le fumere 'd'ij aparechio. La gent a së vuria bin e a së giutavo l'un con l'aut, sensa veurei queicòss ën cambe.
   Le masnà a i ero al sicur, përché tuti ij grand a i guernavo coma sa fusso ij sòi.
   Ën t'ël me seugn, mi i fassia sempe 'l pan, ma i ero content e trovavo pa long: tuti a më giutavo e mi i dasìa 'd pan e 'd gërsin. Ij auti, chi më portava 'n sac ëd farin-a, chi na fassin-a për scaudè 'l forn. A la fin ëd la giornà, mi i l'avia anche 'l temp për ëndè a spass, come tuti ij auti.
   A i era pa ni 'd re, ni 'd president, ma gnanca d'ij carabiniè a i era pa damanca. Gnun a fassia 'd mal a ij auti!
   Da quand che 'l mond vej a l'era finì, a i era pa 'd gesie ni 'd ëscòle, përché gnun vuria pi nen contè 'd bale a ij grand, figurom-se a le masnà!
   A i era pi nen le guere.
   Da quande tuti a i ero pì content e spessiari, ospidaij e dotor a dasio pì nen ëd velen, a i era gnanca pì 'd malave.
   La neuva Costitussion Universal a l'avia mac l'articol numer un:
   «A l'è proibì 'l valor ëd le ròbe e 'd le përson-e, la parola "dio" e la parola "sold". Gnun deuv pi nen tirè fora l'idea d'ij sold e 'd la religion. Ël mond neuv a l'è fondà 'n s'l'amicissia e sël veureisse bin.»
   Mi i l'hai vorsù contè-ve me seugn, përché i son stofi 'd conteve tute se robe brute che veio, che leso e che sento da dësvià. Anche përché, pi lest ëncaminoma a seugnè 'n mond pì bel, pi tanti soma, prima a vënirà!



-Ho sognato che...

Giovedì 24 marzo 2011
   Ho sognato che con i miei cari e tutti gli altri, vivevamo in un mondo meraviglioso. Il cielo era tornato azzurro, senza le "scie chimiche". La gente si amava e si aiutava reciprocamente, senza conteggiare il dare e l'avere.
   I bambini erano ovunque al sicuro perché tutti gli adulti li accudivano come se fossero figli loro.
   Nel mio sogno ero sempre un fornaio, ma ne ero felice e non trovavo tedioso il lavoro: tutti mi aiutavano come potevano, ed io davo loro pane e grissini. Chi mi portava un sacco di farina, chi invece un fascio di legna per scaldare il forno. Alla fine della giornata avevo anche il tempo per passeggiare, come tutti gli altri.
   Non c'erano re ne' presidenti, ma non era necessaria nemmeno la polizia o i carabinieri. Nessuno faceva del male al prossimo!
   Da quando il vecchio mondo era finito, non c'erano chiese ne' scuole, perché nessuno voleva più raccontar frottole agli adulti, figuriamoci ai bambini!
   Non c'erano più guerre nel mondo.
   Da quando tutti erano più felici e farmacie, ospedali e medici non avvelenavano più le persone, non c'erano più ammalati.
   La nuova Costituzione Universale aveva soltanto l'articolo numero 1:
   «È vietato dare un valore alle cose ed alle persone, come pure sono abolite le parole "dio" e "denaro". Nessuno dovrà più portare alla luce questi concetti, ne' fondare religioni. Il nuovo mondo è fondato sull'amicizia e sull'amore.»
   Ho voluto raccontarvi il mio sogno, perché sono stufo di raccontarvi tutte le bruttezze che vedo, leggo e sento da sveglio. Anche perché prima cominciamo ad immaginarci un mondo migliore e più tanti siamo, prima si realizzerà


-I had a dream...

Thursday, March 24th 2011
   I had a dream that my dear ones, my friends and I, we lived in a wonderful place. The sky was back to blue, and there were no "chemtrails". Everyone loved and helped each other, not counting what they gave and what they received.
   Children were safe in every place they went because all adults took care of them as if they were their own.
   In my dress I was still a baker, but I was happy about it and I didn't find my job boring at all: everyone helped me as they could, and I was giving them bread and breadsticks. Some were giving me a sack of flour, some others a bundle of wood to heat the furnace. At the end of the end of the day I, too, had the time to go for a walk, just like everybody else.
   There were no kings nor presidents, but we didn't need any Police force. No one could harm their neighbor!
   Since the old world was over, there were no churches nor schools, because no one wanted to keep telling lies to the adults, let alone to the children!
   There were no wars in the world.
   Because everyone was happier, and because pharmacies and doctors no longer poisoned the population, there we no more sick people.
   The new Universal Constitution had only Article 1:
   «It is forbidden to give a value to things and people, just like the words "god" and "money" are abolished. No one can bring back to life these concepts, nor establish new religions. The new world is founded on friendship and love.»
   I wanted to tell you about my dream because I'm tired of talking about the ugliness that I see, read or hear when I'm awake. Also because the sooner we start to imagine a better world and the more we are, the sooner it will happen.
(Traduzione di Eleonora Chicco)


Articolo n.8: dream.php


Commenta questo articolo.


       Dopo aver premuto "INVIO", verrai reindirizzato ad una pagina nella quale devi postare le lettere delle immagini che appaiono, per dimostrare di non essere un robot.
       Se tutto va a buon fine, verrai nuovamente reindirizzato alla pagina che hai commentato, con in fondo, dopo questo "form", il tuo nuovo commento.

<--Inserisci Commento

Scegli Nome utente (Obbligatorio *)

Cognome
(Se vuoi apparire te stesso!)

Indirizzo email (Obbligatorio * - Tranquillo! NON verrà pubblicato, ne' venduto a scopi commerciali pubblicitari.
La mail la devi mettere in ogni altro blog! Questo sito NON UTILIZZA cookie)

       Tengo molto ad avere commenti e riscontri, anche, soprattutto, da chi non concorda con quanto scrivo.
   Il fatto di dover inserire la mail non ti spaventi: NON SARAI PERSEGUITATO DA NESSUNA "MAILING LIST", ne' tantomeno, la tua mail sarà venduta a scopo commerciale ne' pubblicata.
       Ricordo brevemente le regole base di qualsiasi blog:
       Niente insulti e volgarità (verranno cancellati commenti di questo tipo!).


Articolo n.8 dream.php